È in costante aumento il numero di donne che per avere un look perfetto e stabile puntano sul trucco semipermanente. Un trattamento che, malgrado la diffusione sempre più capillare, continua ad essere oggetto di fraintendimento tale da ingenerare confusione. Andiamo a cercare di conoscerlo meglio questo intervento e, soprattutto, a capire a cosa serva realmente.

Cos’è il trucco semipermanente

Basta in effetti il nome per iniziare a capire realmente cosa sia il trucco semipermanente: a differenza del classico tatuaggio esso non è destinato a restare, anche se la sua durata può essere molto lunga. I prodotti utilizzati, che sono naturali e certificati, non vanno a penetrare in profondità, dando vita ad una micropigmentazione delegata alla creazione di minuscoli fori sottocute, attraverso i quali circolano appunto le sostanze.
Si tratta di un trattamento non invasivo, di circa 4 ore, a seguito del quale il risultato finale avrà una durata che può andare da 4 a 8 anni, dipendendo non solo dal colore e dalla qualità del pigmento scelto, ma anche da fattori come l’esposizione al sole o al cloro della piscina, una pronunciata sudorazione, l’assunzione di farmaci contenenti cortisone o anticoagulanti e dall’attitudine all’autorigenerazione della pelle. Per rinnovare l’effetto si può comunque optare per sedute di mantenimento.

I vantaggi del trucco semipermanente

Naturalmente le donne che decidono di sottoporsi al trattamento lo fanno perché spinte dai vantaggi che esso è in grado di assicurare. Il primo dei quali consiste nell’evitare le lunghe sedute di trucco di fronte allo specchio nel tentativo di migliorare il proprio aspetto per poche ore.
Un secondo vantaggio è poi quello offerto alle persone che non possono sottoporsi ad adeguato make up a causa di allergie o che presentano imperfezioni tali da impedirlo, come le cicatrici.
La cosa fondamentale per potersi assicurare questi vantaggi ed eliminare eventuali rischi di infezione che potrebbero essere provocate dagli aghi usati nel procedimento, è che ad effettuarlo sia chiamato un vero professionista, garanzia che gli strumenti adottati saranno sempre sterilizzati, evitando alla radice il pericolo di infezioni.

Quanto costa il trucco semipermanente?

Per quanto riguarda i costi del trucco permanente, essi vanno a variare in maniera abbastanza pronunciata da zona a zona anche se solitamente per il contorno labbra e le sopracciglia, i prezzi tendono a oscillare da un minimo di 400 ad un massimo di 900 euro, mentre per le sedute di mantenimento o ritocco possono occorrere tra i 150 e i 250 euro.



Pubblicità'

M5S, Ciarambino: “Cardarelli, rivolta dei camici bianchi effetto di conflitto di competenza con bed manager”

Notizia Precedente

Sarri, conto alla rovescia per la presentazione

Prossima Notizia