Riportare Castrocaro ad essere il concorso per voci nuove e per nuovi talenti musicali che era tra gli anni ’60 e gli anni ’80 quando a vincerlo furono artisti divenuti poi delle star come Tra i vincitori della kermesse canora divenuti successivamente famosi, si annovera la cantautrice Giuni Russo (1967), Gigliola Cinquetti (1963), Alice (1971), Luca Barbarossa (1980), Zucchero (1981), . È l’idea dell’agente televisivo e produttore Lucio Presta, che si appresta a portare su Rai2 la finale 2019 del festival, il 3 settembre, condotta da Belen Raodriguez e Stefano De Martino e con Simona Ventura nel ruolo di presidente della giuria. “Ho deciso un po’ di tempo fa – racconta Presta all’AdnKronos – di provare a ridare il posto che gli spetta a Castrocaro, che ha una storia gloriosa, ed ho partecipato al bando triennale per l’organizzazione del festival. La fortuna ha voluto che lo vincessi. Così lo organizzerò per tre edizioni. E per la prima edizione c’è già l’accordo con Rai2 e Radio2 per trasmettere in diretta la finale del 3 settembre, con la conduzione di Belen Rodriguez e Stefano de Martino, mentre Simona Ventura sarà presidente di giuria”, sottolinea Presta. “Dopo aver fatto tanti Sanremo – prosegue Presta – proviamo a riportare agli antichi fasti Castrocaro. Sarà un’edizione completamente rinnovata ma la novità assoluta a cui tengo di più è che i ragazzi che vorranno iscriversi non pagheranno un euro. Per partecipare alle selezioni, che si terranno a Roma, Milano, Napoli, Catania e Bologna potranno iscriversi gratuitamente attraverso il sito dedicato (www.festivaldicastrocaro.tv). Il 26, 27 e 28 luglio saranno convocati quelli ritenuti idonei a partecipare al concorso e 12 di loro accederanno alla finale, che andrà in diretta su Rai2 e Radio2”.



Pubblicità'

Fiumi di droga dalla Spagna per i clan, coppia di trasportatori casertana condannata

Notizia Precedente

Masterclass di Chitarra Flamenca a cura di Matteo D’Agostino

Prossima Notizia