Napoli. Nel corso della mattinata odierna il commissario straordinario dell’ASL 1 Centro Ciro Verdoliva è stato in visita all’Ospedale San Giovanni Bosco. Verdoliva ha voluto incontrare i dipendenti per confrontarsi su quanto messo in luce dalle indagini della magistratura e far sentire a tutti che i vertici ASL non hanno alcuna intenzione di fare di tutta l’erba un fascio, consapevoli che il San Giovanni Bosco pur essendo stato strangolato dal Clan continua ad essere un presidio ricco di grandi professionalità. «Comprendo tutta l’amarezza – ha detto ai suoi Verdoliva – non è facile continuare a lavorare con serenità quando il Paese intero ti addita come colluso con la camorra. Io dico che il lavoro svolto dalla magistratura è un lavoro preziosissimo, perché ci aiuta a fare pulizia e riportare la luce in zone di grande oscurità. Tutti noi che lavoriamo con impegno in una sanità difficile e schiacciata da decenni di malversazioni paghiamo un prezzo molto alto. Per ciascuno che non fa il proprio lavoro, o che peggio ancora si presta al malaffare, altri dieci sono chiamati a supplire e a fare più del dovuto. Il quadro emerso in questo ospedale è drammatico, e lo è ancor più per quanti invece hanno sempre lavorato sodo e in maniera onesta. Ora tocca a noi cambiare le cose, dimostrare a tutti quanto vale il San Giovanni Bosco è quanto vale l’ASL 1 Centro. Non sarà semplice ma, sono certo, se lavoriamo assieme possiamo raggiungere grandi risultati».


Pollena, nascondeva la droga nel contenitore degli alimenti: 35enne incensurato finisce ai domiciliari

Notizia precedente

Premio “Italia a Colori” al presidente della Camera Roberto Fico

Notizia Successiva



Ti potrebbe interessare..

Commenti

I Commenti sono chiusi