carcere reggio calabria



Castellammare. Ordinanza in carcere 2 uomini ritenuti affiliati al clan dei “Cesarano”. Antonio Maragas, 51enne e Giovanni Battista Lambiase Grimaldi, 53enne, entrambi stabiesi, furono arrestati 20 giorni fa dai carabinieri della compagnia stabiese per estorsione aggravata da metodo e finalità mafiosi. Vennero bloccati nel bar in cui avevano dato appuntamento alla vittima, un imprenditore edile i cui dipendenti stavano ristrutturando un condominio a Pompei, la quale avrebbe dovuto consegnare loro 500 euro come anticipo dell’estorsione. Dopo l’arresto davanti al bancone del bar, Maragas e Lambiase Grimaldi vennero rinchiusi nel centro penitenziario di Secondigliano e oggi, in carcere, i carabinieri hanno dato esecuzione nei loro confronti all’ordinanza di custodia cautelare emessa dal g.i.p. del tribunale di su richiesta della Dda per estorsione aggravata.

LEGGI ANCHE  Napoli, follia movida: ragazzi ubriachi incitano giovane ad arrampicarsi su un palo. IL VIDEO
ADS



Siamo la redazione di Cronache della Campania. Sembra un account astratto ma possiamo assicurarvi che è sempre un umano a scrivere questi articoli, anzi più di uno ed è per questo usiamo questo account. Per conoscere la nostra Redazione visita la pagina "Redazione" sopra nel menù, o in fondo..Buona lettura!

Napoli, nascondeva un revolver nell’armadio: arrestato pregiudicato

Notizia precedente

Napoli, sorpreso a rubare in un’auto a Bagnoli: preso 34enne

Notizia Successiva

Ti potrebbe interessare..