Scatole di cartone per imballaggio, come scegliere

Le scatole di cartone per imballaggio sono strumenti che possono trovare largo utilizzo in diversi ambiti. Non solo in campo aziendale ma anche, ad esempio, nel settore dei traslochi ove sono considerate l’ideale al fine di poter imballare tutti gli oggetti che si intende preservare.
Ciò vale anche per utenti privati, cittadini normali alle prese con un trasferimento da un’abitazione ad un’altra e che hanno necessità di preservare i propri oggetti. Naturalmente l’impiego principale delle scatole di cartone è quello di magazzino, ove sono adibite alla miglior conservazione possibile della merce da commercializzare o da conservare. Proprio per questo motivo dovrebbero essere scelte al meglio.

L’importanza della resistenza

Il punto di partenza per scegliere una scatola adeguata alle proprie esigenze è rappresentato dal materiale. Proprio da esso dipende la qualità delle scatole e, in definitiva, degli oggetti che sono chiamate a proteggere, sia in caso di invio che di conservazione.
In sostanza il materiale deve aiutare il contenitore a limitare i pericoli derivanti da urti e cadute, dall’apertura imprevista, dalle infiltrazioni d’acqua o dai raggi del sole. Ad esempio, il rivestimento Kraft può aiutare a conferire la necessaria robustezza alle scatole di cartone, come del resto quello a doppia onda, assicurando quindi il massimo di resistenza.

Obiettivo primario: la qualità

Altro criterio che dovrebbe guidare la scelta delle scatole di cartone per imballaggio è appunto rappresentato dalla qualità. Sacrificarla può rivelarsi una scelta miope, in quanto potrebbe aumentare in maniera esponenziale il rischio che nel corso del trasporto gli oggetti contenuti al loro interno possano danneggiarsi.
La reputazione per le imprese, sia tradizionali che di e-commerce, è assolutamente fondamentale e l’arrivo di un pacco danneggiato può arrecare un colpo durissimo al nome dell’azienda. Meglio evitare che ciò possa accadere, a costo di dover sacrificare qualcosa sul piano finanziario.

L’importanza della personalizzazione

Resistente e di qualità, la scatola deve però anche essere riconoscibile, ovvero assumere una funzione pubblicitaria. Proprio la presenza di una base personalizzabile consente di trasformare un imballaggio in un’operazione tesa a far meglio conoscere il nome dell’azienda e rendere immediatamente riconoscibile la sua attività.
Se è sconsigliabile ricorrere ad effetti pirotecnici, al contempo si deve cercare di non scadere nella banalità, magari puntando su un colore che richiami proprio il settore merceologico di pertinenza o mettendo in buona evidenza il logo aziendale.
In tal modo l’investimento fatto sulla scatola potrebbe dare copiosi frutti non solo in termini di invio e conservazione dei prodotti, ma anche di marketing pubblicitario, con una ottimizzazione dei soldi spesi.

La Redazione
Contenuti Sponsorizzati