🔴 ULTIME NOTIZIE :

Napoli, incastrato da video di “Striscia”: scarcerato il papà di Fortuna

Venne arrestato a distanza di diverse settimane in quanto riconosciuto nelle immagini girate da "Striscia la notizia" durante un servizio in una piazza di spaccio di Melito, in provincia di Napoli: è stata disposta la scarcerazione per Pietro Loffredo, il padre di Fortuna, la bimba seviziata e scaraventata nel...

Il Procuratore de Raho: “A Napoli i migliori investigatori italiani, bisogna lavorare sulla prevenzione”

“Esiste a Napoli una magistratura molto professionale, molto specializzata, unitamente a una polizia giudiziaria, sono i migliori […]

    “Esiste a Napoli una magistratura molto professionale, molto specializzata, unitamente a una polizia giudiziaria, sono i migliori investigatori. Sono quelli che hanno fatto esperienza in Calabria in Sicilia prima di approdare a questo territorio. E infatti le ordinanze di custodia si susseguono con frequenza. E indagine così celeri lo dimostrano”. Così il Procuratore nazionale antimafia, Federico Cafiero de Raho, intervenendo da Radio1. “Un problema invece c’è sul fronte della prevenzione – ha aggiunto – ed è quello della sussistenza sul territorio di presenze tali che impediscono fatti del genere: di fronte al ripetersi di ‘stese’, di sparatorie ad altezza d’uomo c’è bisogno di presidi sul territorio delle forze dell’ordine. Questa è l’esigenza al momento. E credo che su questo il ministro dell’interno ha convocato un comitato per l’ordine e la sicurezza pubblica. Bisogna che ci sia una presenza dello Stato in tutti i luoghi dove la camorra si manifesta in queste forme così violente immediate, spavalde, arroganti violando continuamente la legge. Parlavo non solo di sparatorie ma anche di piazze di spaccio: passare da una strategia di contenuto contrasto a una di vero e proprio attacco; andare laddove la camorra crede di aver occupato il territorio e restituire alla cittadinanza la libertà di movimento, di azione e la garanzia di sicurezza. Questa è la prevenzione che va attuata”. Il Procuratore nazionale antimafia e antiterrorismo ha concluso: “Non dobbiamo dimenticare che la camorra non si ferma davanti a questi fatti e dunque laddove la presenza dello stato non sia forte c’è da attendersi altre stese, altre sparatorie potrebbero continuare a perpetuarsi in assenza di misure necessarie a contrastarle”.

    google news

    IN PRIMO PIANO

    Pubblicita

    Leggi anche

    Torre del Greco, uccise il figlio in spiaggia: disposta perizia psichiatrica

    La Corte di Assise di Napoli ha disposto una perizia psichiatrica per Adalgisa Gamba, la 41enne accusata di avere ucciso il figlio di due...

    Cava de’ Tirreni, rubano pianta su sagrato della chiesa: la denuncia del parroco. VIDEO

    Qualcuno porta via una piccola pianta di limoni che si trovava sul sagrato della chiesa di San Lorenzo, a Cava de' Tirreni, nel Salernitano,...

    Napoli, il gruppo Cambiamo! entra in maggioranza

    Il gruppo consiliare Cambiamo!, guidato da Rosario Palumbo, ha deciso di sostenere la maggioranza del sindaco Gaetano Manfredi nel Consiglio comunale di Napoli. Palumbo parla...

    Tottenham, malore per Conte: sarà sottoposto a colicistectomia

    Il Tottenham dovrà fare a meno del suo condottiero, Antonio Conte, per alcune partite di campionato e coppa, in attesa di capire cosa ne...