Seguici sui Social
Privacy Policy Cookie Policy

Ultime Notizie Oggi

Icardi vuole Real, in corsa anche Juve e Napoli

Pubblicato

in



Il futuro di Mauro Icardi agita la stampa spagnola. Il quotidiano ‘As’ è certo che questi sono gli ultimi mesi all’Inter dell’attaccante argentino: il giocatore ha deciso di non rinnovare il contratto in scadenza nel 2021 e cercherà in estate una nuova destinazione. Il suo sogno è approdare al Real Madrid che però, sottolinea il giornale, non ha la ricerca di un attaccante come priorità del prossimo mercato. Per ‘As’ ci sono in corsa anche la Juventus, che continua ad insistere, il Napoli che mette sul piatto un super ingaggio e in Premier League il Manchester United, pronto a proporre all’Inter uno scambio con Lukaku. Se i Blancos non faranno mosse concrete, Icardi potrebbe valutare l’offerta dei bianconeri. La clausola rescissoria prevista dal contratto dell’argentino è di 110 milioni, ma gli ultimi sviluppi della ‘telenovela’ hanno fatto scendere la quotazione dell’attaccante. E, come si sa, la volontà del giocatore di andare via è sempre un vantaggio per il potenziale acquirente. Secondo l’entourage di Maurito, il trasferimento potrebbe chiudersi intorno ai 60 milioni di euro.

Continua a leggere
Pubblicità

Cronaca

Ancora problemi a Sarno, fango a Episcopio: il sindaco chiede lo stato di calamità

Pubblicato

in

Ancora problemi a Sarno, fango a Episcopio: il sindaco chiede lo stato di calamità.

 

Ancora problemi a Sarno. Una nuova colta di fango nella zona di Episcopio. Il Coordinamento cittadino presieduto dal sindaco Giuseppe Canfora ha allertato tutti i socccorsi e ha chiesto al Governo lo stato di calamità. Lo ha fatto anche il parlamentare salernitano di Forza Italia, Gigi Casciello. “Nei giorni scorsi avevo gia’ presentato un’interrogazione parlamentare per chiedere immediatamente lo stato di calamita’ a seguito degli ingenti danni provocati dalla tromba d’aria che ha colpito la citta’ di Salerno. Ora chiedo che il provvedimento sia esteso a Sarno e alle zone gia’ colpite dalla terribile alluvione del maggio 1998 che provoco’ morti e disastri strutturali, come accadde anche a Siano, Bracigliano e Quindici”. ha spiegato il deputato salernitano di Forza Italia e tra i fondatori dell’Associazione Voce Libera.

“Occorre un programma urgente di reale pulizia dei canaloni e delle vasche di raccolta, ed e’ necessario un piano integrato di riassetto idrogeologico per le aree di Sarno e zone circostanti. Senza dimenticare che gli incendi degli ultimi mesi possono aver causato danni devastanti anche sulle colline del comune di Salerno, non a caso il tratto stradale di via Panoramica e’ ancora chiuso”, conclude Casciello.

Maggiormente colpita da precipitazioni e vento ieri e’ stata la regione Campania. Qui le squadre hanno svolto piu’ di 500 interventi. A Napoli gli interventi sono stati oltre 175, tra le zone di Pozzuoli e i comuni del litorale, con un potenziamento del dispositivo di soccorso di 38 unita’. A Caserta e Avellino gli interventi sono stati 210, la maggior parte per allagamenti e per il soccorso ad alcuni automobilisti bloccati nelle proprie vetture dal fango a Monteforte Irpino (Av). Particolarmente colpita la provincia di Salerno, dove si registrano frane nel comune di Castel San Giorgio dovute allo straripamento di un canale e allagamenti diffusi nel comune di Sarno. A Nocera Inferiore, Agri, Cava de’ Tirreni e Salerno sono stati istituiti ieri dei Centri Operativi Comunali per la gestione degli interventi in corso

Continua a leggere



Pubblicità

DALLA HOME

Pubblicità

Le Notizie più lette