Pantografo per marmo: arriva la grande innovazione tecnica

La tecnologia sta rivoluzionando diversi settori della nostra esistenza e uno dei campi maggiormente influenzati è quello delle lavorazioni tecniche di materiali a livello industriale e non solo. Negli ultimi anni diverse novità hanno coinvolto anche la lavorazione del marmo, settore che richiede un grado di innovazione pressoché continuo perché più si ottimizzano i processi più tempo e denaro si può risparmiare, ma soprattutto migliori saranno i risultati di lavorazione.

Esiste in particolare una recente innovazione tecnologica che è destinata a diffondersi sempre di più, si tratta del pantografo per marmo. In questa guida cerchiamo di scoprire i vantaggi di un simile strumento e come cambia la vita di chi si occupa di lavorazione del marmo.

Pantografo per marmo: precisione e velocità

Mentre le vecchie tecnologie per la lavorazione automatica del marmo erano molto lente e non sempre precise, grazie all’introduzione di questo pantografo per il marmo nuovo e a controllo numerico si è passati al livello successivo. Con il pantografo CNC si possono eseguire lavorazioni su pietra naturale come marmo o granito caratterizzate da ottima velocità e precisione.

Con il supporto dei pantografi CNC si possono svolgere molti tipi di funzioni. Molto spesso simili utensili vengono impiegati per la scultura di bassorilievi o per la scrittura di incisioni, lavori di fino che vengono eseguiti con elevato livello di precisione e un assicurato risultato estetico. Ma oltre ai lavori di fino un pantografo di questo tipo può essere impiegato anche per svolgere funzioni più “pesanti” come svuotature o sgrossature.

Un’azienda che lavora il marmo può davvero semplificare i suoi processi adottando questo strumento che può fare veramente di tutto: dai lavori di arte funeraria o cimiteriale, alla lavorazione 3d, per finire all’edilizia generica che comprende produzione di cornici, piatti doccia, top cucina e molto altro ancora, l’unico limite nelle dimensioni è la portata della macchina stessa, comunque considerevole.

Le funzioni next gen del Pantografo CNC per marmo

Uno dei punti di forza di un pantografo simile è la velocità nella lavorazione. Il modello Next è altamente computerizzato e programmato allo scopo di adattarsi in tutte le fasi di avanzamento nel taglio. Grazie a questa modalità si possono ridurre di molto i tempi di lavorazione, il che va ad impattare la produttività sul lungo termine in maniera significativa.

Tra le funzioni più comode c’è quella della correzione automatica della planarità. In tutti i casi in cui si lavorano lastre di marmo non perfettamente calibrate questa funzione è di estrema utilità per il marmista, soprattutto quando è necessario realizzare incisioni e scritture in corsivo e dunque si deve ottenere un risultato pressoché impeccabile.

Quando si lavora con questi strumenti altamente tecnologici e automatizzati si ha paura che se dovesse venire meno la funzionalità hardware a causa di blocchi o mancanza di corrente allora il lavoro possa andare perduto. Non è questo il caso del pantografo CNC Next perché è dotato di una tecnologia per la ripresa facile della lavorazione dal punto in cui si era interrotta.

 

Contenuti Sponsorizzati