Napoli. Gli agenti della unità operativa Tutela ambientale della polizia municipale hanno elevato multe per 5mila euro e sequestrato, a Secondigliano, 30 mila sacchetti privi di certificazioni e delle caratteristiche di legge, completamente differenti dalla comune plastica con cui dovrebbero essere prodotti e cioè con materiali biodegradabili e compostabili, utilizzati anche per conferire la frazione di rifiuto organico. Il sequestro è avvenuto ai danni di un distributore abusivo che li offriva abitualmente in vendita ai piccoli commercianti della zona.

A Poggioreale poi presso un distributore di abiti gli agenti hanno scoperto che i capi venivano ceduti in bustoni di plastica dura che non rispettavano le caratteristiche di qualità e di spessore. Le sanzioni sono state irrogate a ciascuno dei due illeciti contestati alle due attività. Il sequestro è stato attuato dagli agenti nell’ambito delle attività di controllo del territorio predisposte per la tutela dei consumatori nel contrastare la diffusione della plastica inquinante, un mercato nero che, hanno fatto sapere gli inquirenti, in Italia conta cifre a sei zeri.

La Redazione
Contenuti Sponsorizzati