All’Augusteo di Salerno ‘OLTRE LA MUSICA … LE EMOZIONI’

All’Augusteo di Salerno ‘OLTRE LA MUSICA … LE EMOZIONI’
 “La musica aiuta a non sentire dentro il silenzio che c’è fuori” – Johann Sebastian Bach. Infatti, la stessa, è presente nella vita di tutti senza fare differenze di età o genere, è un mezzo comunicativo capace di coinvolgere soprattutto emotivamente l’ascoltatore. Gli adolescenti ad esempio vedono nella musica una specie di rifugio, un mezzo per rilassarsi e un modo semplice e piacevole per estraniarsi dal mondo nei momenti più difficili, nei quali non si vorrebbe sentire nessuno e si desidera solo allontanarsi dai problemi reali. Ovviamente, non solo la musica moderna è importante, ma anche   quella classica lo è, a tal punto da toccare senza nessuna difficoltà le corde dell’anima, e di trasformare grazie alla bravura di eccellenti giovani musicisti come nel caso del violoncello solista Raffaella Cardaropoli, le note musicali in emozioni che lasciano il segno. Difatti, sempre  la scorsa settimana, presso il TEATRO AUGUSTEO di SALERNO con l’ORCHESTRA SINFONICA DI SALERNO “CLAUDIO ABBADO” diretta dal M° PIETRO SEMENZATO, come solista  si è esibita la nostra salernitana RAFFAELLA CARDAROPOLI reduce dal successo ottenuto in Austria al Vienna New Year’s Concert International Music Competition. Sempre in Austria l’artista in oggetto, non solo è stata l’ unica italiana ad ottenere il I° premio, ma sempre nello stesso contesto, si è esibita anche nel concerto di premiazione con i WienerStadtorchester. Infine, il programma completo è stato il seguente: W. A. Mozart, L’obbligo del primo comandamento, ouverture J. Haydn, Concerto per violoncello n. 1 in Do magg. Hob: VIIb:1F. Schubert, Sinfonia n. 5 in Si b magg. D 485

Contenuti Sponsorizzati