Oroscopo di oggi 14 aprile 2024

Napoli, il ras Errichiello doveva morire: uno ‘specchiettista’ ha avvisato i killer

SULLO STESSO ARGOMENTO

Napoli. Doveva morire ‘Gnaziello’, il ras Vincenzo Errichiello, storico affiliato al clan Mariano dei Quartieri Spagnoli ferito ieri sera mentre rincasava. I sicari lo aspettavano nei pressi della sua abitazione. Qualcuno lo aveva seguito e poi ha “portato la battuta” ai killer. Lui era appena sceso dall’auto e arrivato in via Emanuele De Deo, all’angolo con vico Canale a Tavernapenta,  è stato affiancato da 2 giovani in sella a uno scooter, entrambi con il volto coperto da caschi integrali. Errichiello non ha avuto neanche il tempo di rendersi conto di quello che stava accadendo che è stato centrato da due proiettili all’addome e il secondo in caduta alle gambe. I sicari non hanno potuto portare a compimento la loro missione di morte perché a quell’ora c’era gente in strada e c’è stato un fuggi fuggi generale. Erano  da poco trascorse le 19. E’ stato caricato su uno scooter da un suo conoscente e scaricato al vicino ospedale Vecchio Pellegrini. E’ stato operato e ora verso in gravi condizioni in rianimazione. L’agguato a “Gnaziello” apre nuovi scenari investigativi perché il ras ferito mortalmente è uno storico del clan Mariano, in questo periodo era un libero vigilato, doveva presentarsi ogni giorno al commissariato di Montecalvario per firmare. L’ultimo suo arresto risale a qualche anno fa per uno scippo a un turista in via Nardones. Gli investigatori gli hanno sequestrato il cellulare per capire attraverso i contatti e le chat e i messaggi chi frequentava. Sono stati ascoltati anche familiari e conoscenti. Nella zona dell’agguato non ci sono le telecamere della video sorveglianza pubblica ma gli investigatori hanno sequestrato i filmati di quelle private per capire se ci sono frame utili a risalire agli autori dell’agguato. Gli investigatori però attraverso le telecamere contano di risalire allo “specchiettiesta” che ha avvisato i killer dell’arrivo di Errichiello e per forza di cose doveva essere a volto scoperto ed è uno della zona e che non destava sospetti. Le piste seguite sono sostanzialmente due: un messaggio della cosca dei Saltalamacchia (quella che in questo momento controlla la maggior parte dei traffici illeciti ai Quartieri) ai vecchi alleati. E come seconda ipotesi la vendetta per una vecchia lite tra i Mariano (dai quali si era però allontanato negli ultimi anni) e i Ricci “Fraulella”.

 

 


Articolo offerto da Emmerre Auto - Torre del Greco
Torna alla Home


Napoli, maxi rissa tra stranieri in piazza Garibaldi: 6 denunciati

Napoli.Nella serata di venerdì, la Polizia ha risposto a una segnalazione di rissa a Piazza Garibaldi. Alcune persone sono state fermate con ferite e due coltelli sono stati rinvenuti sul luogo. Gli agenti hanno denunciato 6 persone, di varie nazionalità e compresi tra i 17 e i 28 anni, per...

Terremoto a Napoli, paura nella zona collinare

Lo sciame sismico in corso nella zona flegrea,  da ieri ha prodotto altre scosse stamane avvertite anche in diversi quartieri della città di Napoli. Intorno alle 9.45 due eventi tellurici verificatisi a distanza di un paio di minuti, sono stati distintamente avvertiti dalla popolazione, non solo nelle aree del bradisismo...

Marano in ansia per il parrucchiere Antonio Scatozza: scomparso da ieri mattina

Da ieri mattina non si hanno notizie di Antonio Scatozza, un parrucchiere di 48 anni residente a Marano, proprietario di un negozio situato in via Adda, al confine con Calvizzano. Come di consueto, ieri mattina Antonio ha lasciato la sua abitazione per recarsi al negozio che si trova nello stesso...

Meteo Napoli con tempo estivo ma da martedì torna la pioggia

Previsioni Meteo Napoli con sole e caldo questo weekend, con l'Anticiclone Azzoriano che domina tutta l'Italia e il Mediterraneo centro-occidentale. Ma godetevi il bel tempo perché un'ondata di maltempo e freddo è in arrivo all'inizio della prossima settimana. Ecco le previsioni per oggi: Nord: Soleggiato ovunque, con temperature minime e massime...

IN PRIMO PIANO

LE VIDEO STORIE