Aggiorna le impostazioni di tracciamento della pubblicità

Seguici sui Social
Privacy Policy Cookie Policy


Libri

Presentazione del libro ‘Marx oltre i luoghi comuni’ di Ferrero e Morandi

Pubblicato

il

Marx


A 200 anni dalla sua nascita e a 170 anni dalla pubblicazione de “Il Manifesto del Partito Comunista” l’associazione “” presenta il libro “Il Manifesto del Partito Comunista” scritto da e edizioni “Derive Approdi”. Il libro riprende elementi fondamentali del pensiero di  mettendoli in connessione con il mondo e la società che viviamo oggi. Nuove forme di lavoro e di sfruttamento, un capitalismo in continua evoluzione e progressi tecnologici: Marx ci fornisce gli strumenti per capire, a due secoli di distanza, come in realtà la new economy non sia poi tanto new. Venerdi 14 dicembre alle ore 18.00 presso il salone della Funzione Pubblica CGIL Corso Garibaldi 33 subito dopo i saluti del nostro presidente, dott. Vittorio Salemme, , uno degli autori dell’opera, interagirà, sottoponendosi alle loro domande, con Rossella Falco, studentessa del “Collettivo Studenti Ribelli”, e con il docente di Storia della Filosofia dell’università della Calabria, Fortunato Maria Cacciatore.

 

Continua a leggere
Pubblicità

Cultura

‘Aliciclopedia’, il primo libro di Andrea Rossi scritto durante il primo lockdown

Pubblicato

il

aliciclopedia

Aliciclopedia è il primo lavoro editoriale di Andrea Rossi. Non un libro banale; è auto prodotto e scritto interamente da Andrea Rossi durante il primo lockdown.

Alici Come Prima, il portale di Andrea Rossi, è una delle pagine più popolari del panorama web napoletano, che tra Facebook, Instagram e YouTube conta più di mezzo milione di follower, e in questi anni con video interviste in giro per tutta la Campania, ci ha raccontato in maniera ironica la società e il linguaggio dei napoletani del terzo millennio, regalandoci spezzoni esilaranti, momenti emozionanti, e creando ogni volta nuovi fenomeni web.

Cavall rall a ber, Tt fox ‘Mterr merg, Yooo Cheregheyo, sono solo alcuni dei numerosi tormentoni che hanno scandito il cammino social della community aliciana, che ci ha abituato a neologismi di ogni genere e di ogni provenienza.
Da oggi però potrete trovarli tutti in un’unica raccolta: l’Aliciclopedia, una specie di enciclopedia ironica, che cataloga le 100 espressioni più geniali e divertenti scoperte da Alici Come Prima nei suoi primi sette anni di vita, le citazioni più creative che gli intervistati di Andrea hanno declamato ai suoi microfoni. I termini sono catalogati in undici diverse categorie e illustrati da un fumettista partenopeo dall’identità segreta: Coi, il quale, con uno stile che ricorda quasi quello della smorfia napoletana, interpreta ogni singola espressione aliciclopedica con un tocco artistico.

L’Aliciclopedia non è il solito libro di uno youtuber, non si pone l’obiettivo di raccontare la biografia di un personaggio social, piuttosto Andrea, nel suo libro, ripercorre insieme al lettore i momenti più belli trascorsi insieme, rendendo pubblico qualche aneddoto personale, retroscena della sua carriera o dei video più famosi. Il vero elemento di novità portato da questo simil vocabolario è quello di traslare il mondo social sulla carta stampata, infatti questo libro favorisce la CONDIVISIONE, dedicando la pagina iniziale e la pagina finale alla creatività del lettore, il quale all’inizio viene stimolato a scrivere sul libro una dedica alla persona a cui ha eventualmente deciso di regalarlo, invitandolo ad utilizzare il termine che meglio lo rappresenta, tra quelli elencati nel testo. Viceversa sulla pagina finale, il lettore viene invitato ad aggiungere un termine che secondo la propria visione manca tra le pagine appena lette, arricchendolo della propria definizione e favorendo così l’interattività, caratteristica del mondo moderno a cui i giovani sono abituati oggi.

Insomma l’Aliciclopedia non è un libro banale, è auto prodotto, come ogni cosa realizzata da ACP e scritto interamente da Andrea, in maniera autonoma, durante il primo lockdown. Può essere letto tutto d’un fiato o all’occorrenza quando si cerca la parola giusta da utilizzare in un discorso, quel che è certo è che l’altisonante contrasto tra le colorite espressioni dialettali e la loro forbita definizione è la chiave che vi terrà attaccati a questo testo.

Per acquistare il libro https://www.amazon.it/Aliciclopedia-raccolta-neologismi-napoletano-millennio/dp/B08NW87M5P/ref=sr_1_1?__mk_it_IT=%C3%85M%C3%85%C5%BD%C3%95%C3%91&dchild=1&keywords=aliciclopedia&qid=1606250796&sr=8-1

Continua a leggere

Cultura

‘Tre luci al buio’: il romanzo di Gerardo Gallo regista di Un posto al sole

Pubblicato

il

gerardo gallo

Lo scrittore, regista e sceneggiatore campano Gerardo Gallo presenta “Tre luci dal buio”, una storia coinvolgente e ipnotica, che narra di destini intrecciati, della capacità dell’arte di far risplendere l’anima e della ricerca spirituale di chi vuole imparare ad ascoltare il proprio cuore. Da uno dei registi dell’acclamata fiction italiana “Un posto al sole”, un romanzo ricco di magia, di creatività e di spiritualità.

«Ha di fronte a sé tre grotte, le scruta dirigendoci sopra il fascio di luce, cerca di ricordare le indicazioni di Natalie su quella giusta da prendere, ma prima che quelle parole gli si ripresentino, negli ingressi delle grotte compaiono una serie di scene animate della sua vita. Degli enormi schermi in cui rivedere le scelte e le opportunità colte o perse, immagini che rimandano al suo allontanamento dagli affetti, le strade apparentemente semplici ma spesso foriere di grosse sofferenze ora sono lì di nuovo davanti a lui […]».

Tre luci dal buio di Gerardo Gallo è un romanzo introspettivo e spirituale in cui si raccontano le storie di tre intensi personaggi, ma in cui in realtà si narra anche di ognuno di noi, dei nostri vuoti e dei nostri tentativi di riempirli. In una vicenda scritta quasi come se fosse una sceneggiatura cinematografica, costruita per quadri che scorrono veloci e pieni di fascino sotto gli occhi del lettore, si fa la conoscenza di Domenico, Sten e Oliver: tre artisti in crisi, tre uomini alla deriva. Domenico, il travagliato poeta, lo incontriamo per le strade di Napoli mentre è completamente allo sbando, preda di allucinazioni e di un istinto suicida che viene sedato solo dall’intervento della prima luce del titolo del romanzo: Carmela. Perché questa non è solo la storia di tre uomini, ma anche di tre donne straordinarie, guide spirituali e muse, eteree e carnali allo stesso tempo. Domenico e Carmela sono due esseri umani profondamente feriti, nel corpo e nell’anima, perseguitati da ricordi troppo dolorosi e da scelte di vita che hanno distrutto ogni loro sogno e speranza. Sten, l’arrogante e metodico pittore, lo incontriamo nel suo ricco atelier a Milano: sembra distaccato dal mondo e dalla sua stessa arte, ma da alcune sue reazioni si può cogliere un’inquietudine che destabilizza il suo studiato equilibrio. In un viaggio in Puglia incontra l’enigmatica Natalie, la seconda luce del titolo del romanzo, legata a uno strano talismano, a una grotta vista in un sogno troppo vivido che però esiste realmente, e a un misterioso rito arcaico. Oliver, l’attraente batterista jazz, lo incontriamo a Londra immerso nella sua vita fatta di concerti, donne diverse ogni notte e apparente spensieratezza. Ma un ricordo improvviso e fulminante causato da un vecchio peluche e l’incontro con Annette, la terza luce del titolo del romanzo, fanno sì che egli si debba fermare a riflettere sulla direzione presa dalla sua esistenza. Gerardo Gallo narra con delicatezza la storia di tre uomini che hanno perso l’orientamento, e quella di tre donne che, come fari nella notte, li guidano verso la salvezza, e a loro volta si salvano. Una liberazione che non riguarda solo l’anima ma anche la creatività, incatenata nel buio. Domenico dovrà faticare molto per ritrovare il proprio centro, per aprirsi a delle possibilità a lungo negate; dovrà accettare il suo traumatico passato e perdonarsi per ricominciare a vivere. Sten non si è mai voluto lasciare andare, ogni suo passo è stato controllato e deciso con rigore, ma dovrà imparare ad abbandonarsi al flusso per ritornare a creare con emotività, e per disperdere i fantasmi del passato. Oliver ritroverà la strada di casa anche grazie alla magia di Annette, e così facendo riprenderà contatto con il vero sé stesso.

TRAMA. Sten, un rigido e famoso pittore; Oliver, un funambolico batterista; Domenico, un tenero poeta fragile. Tre artisti alle prese con un periodo di crisi che metterà in discussione la loro arte. Tre donne che faranno da ponte verso una nuova visione del mondo. Tra magia e ascolto interiore, alla riscoperta dell’amore verso sé stessi e la propria arte. Un filo magico e sottile che ci connette al nostro bambino interiore. Quando la propria essenza profonda chiama, o si prende il coraggio per ascoltarla o si decide di andare via da questo mondo. Vivere fino in fondo alla ricerca delle proprie origini e delle solide radici da cui prendere nutrimento è spesso il trampolino per aprirsi ad una vita piena, in cui far emergere con forza il proprio talento.

Segui l’autore su Fb: https://www.facebook.com/gerardo.gallo.31

Gerardo Gallo (Gragnano -NA-, 1974) è un regista e sceneggiatore cinematografico e televisivo; dal 2005 è tra i registi della famosa fiction italiana “Un posto al sole”, e dal 2007 al 2009 ha diretto il romanzo popolare di Rai3 “Agrodolce”. È inoltre terapeuta energetico e insegnante di meditazione, con la passione per la ricerca spirituale ed esoterica e per i misteri legati alle interrelazioni tra il presente e il passato. Un ricercatore fuori dagli schemi classici di ricerca, lontano da una strada accademica di studio. Nel 2015 pubblica “Viaggio alla riscoperta degli Arcangeli”, un libro di ricerca spirituale ed esoterica attraverso l’Italia. Nel 2020 pubblica in self-publishing il suo primo romanzo, “Tre luci dal buio”, tratto da una sua sceneggiatura cinematografica.

 

Potrebbe interessarti anche https://www.cronachedellacampania.it/2020/07/torna-un-posto-al-sole-dal-13-luglio-su-rai-3-le-nuove-puntate/

Continua a leggere

Le Notizie più lette