Napoli. E’ ritenuto l’autore dell’omicidio di Iurii Busuiok, il muratore 36enne incensurato di origine ucraina il cui cadavere è stato trovato la sera del primo dicembre lungo via Mario Pagano dai carabinieri della stazione di Napoli-Stella.
Individuato e preso colui che avrebbe sferrato i fendenti di coltello mortali: è stato sottoposto a fermo per omicidio aggravato r.l., un 31enne di origine polacca, anche lui muratore, in Italia senza fissa dimora e già noto alle forze dell’ordine.
E’ stato fermato da personale della squadra mobile e carabinieri della compagnia stella, poi è stato lungamente interrogato alla presenza di due magistrati della Procura della Repubblica di Napoli. Al termine dell’interrogatorio e delle formalità conseguenti al suo  fermo del p.m. è stato associato al carcere di Poggioreale.

La Redazione
Contenuti Sponsorizzati