Uccise l’amico d’infanzia ‘giocando’ con la pistola; fu omicidio colposo: condanna dimezzata

SULLO STESSO ARGOMENTO

Caserta. La verità e la precisa dinamica dell’assurda morte di Marco Mongillo resteranno in quell’appartamento al quarto piano del rione Santa Rosalia. Dopo oltre due anni dall’omicidio è ancora vivo il ricordo del giovane che, lavorando in pizzeria, era riuscito a farsi un nome e ad emergere dal quartiere popolare. Secondo la Corte d’Appello di Napoli non fu omicidio volontario ma colposo. E quindi la condanna per Antonio Zappella, accusato di aver ucciso l’amico, è stata dimezzata ad otto anni di carcere. Antonio non voleva uccidere Marco con quella pistola che aveva tra le mani, voleva solo fargli “uno scherzo” ad un amico di lunga data. Secondo gli amici fu un gioco che è sfiorato poi in tragedia. Era un’occasione di festa, Antonio aveva deciso di “svoltare” quella serata ed era sceso per acquistare stupefacenti. Antonio e Vincenzo, il fratello di Marco, qualche mese dopo morto suicida, scesero per acquistare droga ma risalirono con una pistola. In primo grado Zappella è stato condannato a 19 anni e otto mesi di carcere ma ora sconterà la metà di quanto ricevuto dalla sentenza in primo grado di giudizio. Il 9 luglio di due anni fa il 20enne Marco fu trovato disteso su una poltrona con un colpo di pistola in fronte. Per Maria Bocconi e Gaetano Mongillo, i genitori di Marco, resta il rimborso per le spese legali, oltre all’amaro in bocca per la perdita di due figli a distanza di pochissimo tempo.


Torna alla Home


Oroscopo di oggi 18 aprile 2024: le previsioni dello zodiaco segno per segno ARIETE: Oggi potreste sentire un forte bisogno di esprimere le vostre emozioni e i vostri sentimenti. Prendete tempo per riflettere e cercate di trovare un equilibrio tra le vostre necessità e quelle degli altri. TORO: La vostra determinazione...
Francesco Benigno è stato squalificato dall'Isola dei Famosi dopo meno di una settimana. La produzione del reality ha comunicato la decisione con una nota ufficiale, senza specificare i "comportamenti non consoni e vietati dal regolamento" che hanno portato all'espulsione dell'attore. Benigno, dal canto suo, ha duramente contestato la squalifica sui...
Un ritorno inaspettato e pieno di emozioni per Dries Mertens, l'ex attaccante del Napoli, che ha fatto visita alla città partenopea insieme alla sua famiglia durante una pausa dai suoi impegni con il Galatasaray. Mertens, che si è trasferito in Turchia nell'estate del 2022, ha colto l'occasione per fare...
Le indagini sulla presunta partecipazione a scommesse illegali nel calcio hanno portato a conseguenze serie per quattro giocatori, attualmente o ex del Benevento Calcio, che rischiano una squalifica di tre anni. Gaetano Letizia, Francesco Forte, Enrico Brignola e Christian Pastina sono i nomi coinvolti nel caso, che ha scosso...

IN PRIMO PIANO