La Juventus che si allontana, la qualificazione agli ottavi di Champions che puo’ avvicinarsi, anzi gia’ diventare realta’ mercoledi’ sera. Il si mette alle spalle il deludente pareggio con il Chievo, che permette alla Juventus di allungare la fuga in testa alla classifica: ora i bianconeri sono a +8 punti e la rincorsa si fa piu’ difficile. Carlo Ancelotti cerca di tirare fuori il buono dalla partita di ieri, trasformandola in una lezione per il match di mercoledi’ sera, quando nello stadio San Paolo arrivera’ la Stella Rossa Belgrado nella penultima giornata del girone di Champions League. “Siamo partiti troppo blandi, c’e’ sicuramente da preoccuparsi, ovvero da occuparsi prima, della gara contro la Stella Rossa che sara’ molto simile a questa”, ha detto il tecnico nel prepartita sapendo gia’ che contro i serbi i tre punti sono vitali. La vittoria potrebbe portare infatti il gia’ agli ottavi con una giornata di anticipo in caso di vittoria del Liverpool in casa del Paris Saint Germain o in caso di pareggio tra francesi e inglesi, in questo caso per il maggiore numero di gol segnati negli scontri diretti contro Mbappe’ e compagni. Insomma, se il Psg non vince e il batte la Stella Rossa il girone di ferro da’ gia’ il suo verdetto, inatteso a inizio stagione. Una chance che il Napoli vuole provare a sfruttare fino in fondo, considerando poi la difficolta’ dell’ultimo trno in casa del Liverpool. A sospingere gli azzurri ci sara’ il calore del San Paolo che si annuncia con 45.000 spettatori: tra loro anche 2600 tifosi serbi che andranno gioiosamente a mischiarsi in curva B con i tifosi napoletani in virtu’ del gemellaggio tra sostenitori. Clima rilassato, anche se resta alta l’attenzione delle forze dell’ordine sia nella giornata di avvicinamento alla partita che nella serata del match: il timore e’ di possibili incroci pericolosi tra cani sciolti delle due tifoserie. Ancelotti si avvicina alla gara pronto a schierare il Napoli piu’ in forma e accoglie tra gli undici a disposizione, ma non per l’Europa visto che non e’ in lista Uefa, anche Amin Younes che e’ tornato ad allenarsi in gruppo. Intanto il legale del Napoli Mattia Grassani, fa intravedere la possibilita’ che le contestazioni sulle presunte ingiustizie arbitrali nel campionato scorso possano finire in tribunale: “Il presidente – ha detto a Radio Marte – e’ un amabile provocatore che mette sul piatto tematiche interessanti. Non ci sono rapporti tra me e lui relativa a questo tema, ma spesso ho sentito De Laurentiis discutere di cio’ perche’ lui paga per un servizio, lo offre, fa girare l’economia e si trova di fronte a tanta incapacita’ che qualcuno deve risarcire”.

LEGGI ANCHE  Napoli, tenta di rubare uno scooter in sosta: arrestato
ADS



Siamo la redazione di Cronache della Campania. Sembra un account astratto ma possiamo assicurarvi che è sempre un umano a scrivere questi articoli, anzi più di uno ed è per questo usiamo questo account. Per conoscere la nostra Redazione visita la pagina "Redazione" sopra nel menù, o in fondo..Buona lettura!

La Corte di Cassazione di Bucarest concede la proroga chiesta dalla Dda per Nicola Inquieto

Notizia precedente

Lega, conferma in appello per confisca dei beni e condanna a Bossi

Notizia Successiva

Ti potrebbe interessare..