Follia in carcere a Benevento. Un detenuto ha prima distrutto la sua cella e poi aggredito degli agenti. Prima si è barricato in cella per protesta, per non avere ottenuto dei colloqui straordinari; poi ha distrutto tutto quello che aveva all’interno della camera e, nella concitazione del momento, quattro poliziotti penitenziari sono rimasti contusi per contenere le sue intemperanze, finendo poi in Ospedale. A darne notizia è Donato Capece, segretario generale del Sindacato Autonomo Polizia Penitenziaria Sappe: “situazione insostenibile ma si continua a sottovalutare gravità dei penitenziari della Campania”.

La Redazione
Contenuti Sponsorizzati