Si schianta con lo scooter contro un’auto: muore 35enne di san Cipriano d’Aversa

SULLO STESSO ARGOMENTO

Ha perso la vita in un incidente lungo via Vaticale a Casal di Principe Antonio Ambrosca, trentacinque anni, originario di San Cipriano d’Aversa. E’ morto in seguito allo scontro tra il suo scooter e una autovettura, all’altezza del bar le Palme non distante dall’imbocco della asse viario Nola-Villa Literno.
La dinamica resta ancora da accertare e sul caso stanno indagando i carabinieri della compagnia di Casal di Principe, guidati dal tenente Gianfranco Iannelli che stanno visionando anche i filmati delle telecamere. Dai primi riscontri, al momento dell’impatto le velocità di entrambi i veicoli non erano elevate, ma anche su questo punto si stanno cercando ulteriori fattori per fare chiarezza. Antonio, da molti chiamato Bebè, è morto quasi sul colpo.
Nello schianto è stata coinvolta anche la fidanzata del trentacinquenne che viaggiava con lui sullo scooter, riportando lesioni alle gambe. Non è in pericolo di vita ma dovrà essere sottoposta a un intervento chirurgico mentre i due, a bordo dell’automobile, entrambi di Casal di Principe, non hanno riportato ferite gravi. I filmati delle telecamere e le parole dei testimoni potranno aiutare a capire qualcosa in più su quanto accaduto, mentre gli esami tossicologici in corso chiariranno se c’erano persone che avevano assunto alcol o droga. La salma di Antonio è stata trasferita presso l’istituto di medicina legale di Napoli, dove nei prossimi giorni sarà sottoposta ad autopsia.






LEGGI ANCHE

Oroscopo di oggi 21 febbraio 2024

Oroscopo di oggi 21 febbraio 2024: le previsioni dello zodiaco segno per segno ARIETE: Oggi potresti sentirti particolarmente energico e motivato a raggiungere i tuoi...

Napoli, tragedia di San Giovanni a Teduccio, raccolta fondi on line per i figli rimasti orfani

È partita una raccolta fondi organizzata da Antonio Molisso sulla piattaforma  GoFundMe per aiutare i figli della coppia di san Giovanni a Teduccio morta...

Crollo di Firenze, recuperato il corpo dell’ultimo disperso

Nel cantiere di via Mariti a Firenze, il corpo dell'ultimo disperso è stato recuperato dai vigili del fuoco e successivamente affidato all'autorità giudiziaria per...

Castellammare, fermato il presunto killer di Alfonso Fontana. Funerale show al “Fasano”

Fermato il ras del Bronx, Catello Martino detto "puparuolo". Un furto la causa dell'omicidio

Camorra, il boss latitante Dario Federico: “Marina di Stabia? Oramai è il mio feudo…”

Le intercettazioni che inchiodano il boss latitante di Pompei, Dario Federico che dopo aver picchiato e minacciato il responsabile commerciale del porto di Marina di Stabia ha ottenuto una serie di "favori"

IN PRIMO PIANO

LE VIDEO STORIE