Thailandia, salvati altri 4 ragazzi: gli ultimi 4 e l’allenatore verranno recuperati domani

SULLO STESSO ARGOMENTO

Sono stati salvati altri due ragazzi – il settimo e l’ottavo in totale – bloccati da giorni nella grotta di Tham Luang in Thailandia. E sono stati affidati alle cure dei medici nell’ospedale da campo allestito all’ingresso della caverna. Poco prima altri due compagni sono stati recuperati e affidati anche loro ai dottori. Mancano gli ultimi quattro giovani calciatori con il loro allenatore ancora intrappolati nelle viscere della terra. Verranno recuperati domani, martedì 10 luglio: le operazioni sono state sospese. Lo scrive la Cnn citando un testimone che fa parte della squadra di salvataggio e lavora all’ingresso della grotta. In totale sono 8 i giovani calciatori estratti della caverna in due giorni.Le operazioni di salvataggio sono iniziate attorno alle 11 ora locale (le 6 del mattino in Italia) sono terminate “tra le 19.30 e le 20.30” ora locale (poco prima delle 15 in Italia). La squadra di sub impegnata è stata la stessa che domenica ha recuperato i primi quattro ragazzini.Altri quattro ragazzi recuperati – Il quinto adolescente (il primo del secondo gruppo tratto in salvo), è uscito dal cunicolo allagato poco prima delle 17 (ora locale), sei ore dopo che i sommozzatori erano tornati a immergersi. È stato trasportato in ospedale, prima in ambulanza e poi in elicottero, come confermano testimoni citati dal Guardian.

La prima operazione di salvataggio – Le operazioni di recupero avrebbero dovuto riprendere all’alba ma la pioggia ha fermato tutto. Domenica l’intervento era stato sospeso con l’annuncio che ci sarebbero volute almeno dieci ore per riprendere le attività. Era infatti necessario ripristinare il “percorso” di corde, sensori e rifornimenti costruito in questi giorni in modo che ogni recupero possa essere gestito nella massima sicurezza come lo sono stati quelli dei primi quattro ragazzini. C’è, ad esempio, ha spiegato il governatore (e responsabile delle operazioni) Narongsak Osottanakorn, da ricostruire le scorte di ossigeno consumate durante il salvataggio dei primi quattro bambini.

I primi quattro giovani recuperati – Sui nomi e sulle condizioni dei quattro salvati, le autorità thailandesi continuano a opporre un “muro” di no comment: “Non sono domande sagge da farsi” rispondono a chi chiede come stanno. Si sa solo che ne hanno salvati quattro (in un primo momento avevano detto sei) e che tutti sono stati portati all’ospedale per cure e controlli. Uno sarebbe in condizioni peggiori degli altri. “Saranno tenuti separati dalle loro famiglie per un periodo a causa del rischio di infezioni”, ha spiegato Osottanakorn, in conferenza stampa, precisando che i genitori potranno fare visita ai ragazzini “a distanza o al di là di un pannello di vetro”.Quanto ai loro nomi, bisogna stare alle indiscrezioni del Daily Beast che cita fonti ufficiali. Sarebbero: Nattawut Thakamsai, 11 anni, soprannominato “Tle”, attaccante dei “Cinghialetti”; Pipat Bodhi, 15 anni: portiere, detto Nick; Pipat non gioca abitualmente con i “cinghialetti”, si era unito al gruppo solo per stare con un amico nell’allenamento del 23 giugno, Prajak Sutham, 14 anni: portiere, il suo nomignolo è Note, a volte gioca anche a centrocampo; Peerapat Sompiangjai, 16 anni, soprannominato Night, ala destra. Proprio Supaluk Sompiengjai, madre di Pheeraphat ha dichiarato all’AFP. “Abbiamo sentito che quattro ragazzi sono fuori ma non sappiamo chi sono, molti genitori sono ancora qui in attesa, nessuno di noi è stato informato di nulla”. Ma ha aggiunto che era ovviamente “felice” di sapere che il suo ragazzo dovrebbe già essere in salvo.
Ovvio, comunque, che sorgano problemi di comunicazione e che si voglia mantenere un certo riserbo su un’operazione davvero complicata (sono coinvolti novanta sommozzatori professionisti di cui 50 arrivati da tutto il mondo e uno ci ha già rimesso la vita), che deve essere portata a termine, per diversi motivi (le condizioni meteo e quelle dei ragazzi, la mancanza d’aria in certi punti, l’oggettiva difficoltà del percorso) nel più breve tempo possibile. La grotta di Tham Luang non è lontana dal centro abitato ma si trova comunque in una zona dove tutto (strade, rifornimenti, comunicazioni) è più difficile.







LEGGI ANCHE

Oroscopo di oggi 24 febbraio 2024

Oroscopo di oggi 24 febbraio 2024: le previsioni dello zodiaco segno per segno Ariete: oggi potresti sentirti particolarmente energico e determinato a raggiungere i tuoi obiettivi. È il momento ideale per mettere in pratica le tue idee e per concentrarti sulle tue passioni. Toro: potresti sentirti un po' confuso riguardo alle tue priorità e ai tuoi obiettivi. È importante prenderti del tempo per riflettere e per capire cosa è veramente importante per te. Gemelli: oggi potresti essere...

Stefano Piccirillo a Salerno il 2 marzo presenta il suo nuovo libro ‘Sta scrivendo…’

Stefano Piccirillo, noto scrittore e speaker radiofonico di Radio Kiss Kiss, si prepara per due imperdibili eventi di presentazione: il 2 marzo a Salerno e il 9 marzo a Napoli. Sabato 2 marzo alle ore 19.00, presso la libreria “Imagine’s Book” in Corso Garibaldi a Salerno, presenterà il suo ultimo libro "Sta scrivendo…" (Ed. Guida), che sta riscuotendo un grande successo grazie al suo stile appassionato, ironico e sognante. La storia racconta di Chicco e...

Antonello Costa al Teatro Charlot di Pellezzano con ‘Costa Power, il potere del sorriso’

Antonello Costa porta il suo spettacolo comico "Costa Power, il potere del sorriso" al Teatro Charlot di Pellezzano per una serata dedicata alla risata e all'intrattenimento il 1 marzo alle 21. Lo show promette due ore di magia, comicità e cabaret in un mix irresistibile per allontanare lo stress e l'ansia, regalando al pubblico un momento di puro divertimento e leggerezza. L'artista siciliano presenterà le sue performance più amate insieme a novità assolute come...

Napoli, figlia e sorelle del boss nelle case popolari del rione Amicizia. I nomi dei 16 indagati

La Procura di Napoli ha indagato 16 persone per l'occupazione abusiva di case popolari nel Rione Amicizia a Napoli. Tra gli indagati ci sono...

Napoli, gli affari di Michele Scognamiglio il “guru” del riciclaggio internazionale

Il mago del riciclaggio, il napoletano Michele Scognamiglio aveva messo in piedi una  centrale capace di ripulire ben 2,6 miliardi di euro in cinque...

IN PRIMO PIANO

LE VIDEO STORIE