Aggiorna le impostazioni di tracciamento della pubblicità

Seguici sui Social
Privacy Policy Cookie Policy


Cronaca Napoli

Napoli. Il villaggio della legalità: il 26 e il 27 maggio a piazza Mercato

Pubblicato

in



Sabato 26 maggio, la . Una sfida tra , giornalisti e gli uomini della Guardia di con i ragazzi di .
Alle 16.00 calcio d’inizio per la partita dell’anno e alle 16.30 deposizione dei fiori da parte del Comune di  alla lapide in ricordo di . Alle 17.00 la celebrazione della Santa Messa in suffragio di Gaetano Montanino, presieduta da , presidente della Fondazione Polis. Alle ore 20.00 l’atteso . Un che nasce per siglare la pace fatta tra i ragazzini e le forze dell’ordine, dopo l’episodio del 17 gennaio scorso, quando il lancio di una molotov e il ferimento di un carabiniere hanno portato alle successive scuse del ragazzino al militare del Reggimento Campania – feritosi per aver inseguito circa duecento ragazzini nella notte della battaglia del “cippo di Sant’Antonio”, che tentavano di appiccare il fuoco – e al desiderio di sfidarsi in campo per parlare con il linguaggio che tutti conoscono, quello sportivo. Così il torneo vedrà sfidarsi prima carabinieri e ragazzini, poi finanzieri e giornalisti e, alla fine, i vincitori saranno premiati da Lucia Di Mauro, moglie di Gaetano Montanino, la guardia giurata uccisa in piazza Mercato nell’agosto del 2009.
Alle ore 20.00 il villaggio ospiterà un vero e proprio concerto per allietare la serata. Presenta Lino D’Angiò, la direzione artistica è stata affidata a Nando Misuraca che terrà un concerto con la “V3 band” e ospiterà sul palco numerosi artisti come Lucariello, Rosaria Mallardo, Sara Tramma, D’Aria e Simone Prezioso. Oltre al calcio, i ragazzi potranno praticare minivolley, basket e arti marziali anche grazie alla collaborazione del Comune di

Continua a leggere
Pubblicità

Cronaca Napoli

A Napoli 40 tablet donati ai piccoli pazienti del Pausilipon

Pubblicato

in

Quaranta tablet di ultima generazione sono stati donati all’Associazione Open Oncologia Pediatrica e Neuroblastoma, attiva presso l’ospedale Pausilipon di , dove sono ospitati fino a 38 tra bambini ed adolescenti, le cui famiglie, in molti casi, vivono al limite della soglia di povertà. La consegna dei dispositivi, da parte del sindaco Luigi de Magistris, che ha patrocinato l’iniziativa, è avvenuta nella Sala della Giunta dove sono intervenuti le assessore Alessandra Clemente e Annamaria Palmieri, Francesco Ferraro per il Consiglio dell’Ordine degli Avvocati, Sergio Mannato presidente Associazione Borgo Marechiaro, che hanno promosso il progetto, Lucio Iadarola per l’Associazione Open e, in collegamento, Nicola Silvestri direttore medico del Pausilipon-Santobono. La donazione dei dispositivi è stata effettuata da una azienda napoletana che ha chiesto l’assoluto anonimato avendo a cuore esclusivamente l’interesse dei bambini in difficoltà. Questo progetto – hanno sottolineato i partecipanti – offrirà a tutti i minori ospedalizzati l’opportunità di continuare a seguire regolarmente i programmi scolastici attraverso la didattica a distanza, restando “connessi” e in contatto con i propri compagni di classe e gli insegnanti, che forniranno l’aiuto necessario durante il ricovero in ospedale, unitamente ai volontari formati ed agli operatori psicologici. I tablet saranno, altresì, impiegati al di fuori delle ore di lezione ed allo scopo di favorire momenti di svago e di gioco ai bambini, come una parte integrante della cura e come fattore determinante nella riduzione dello stress, nell’alleviamento del dolore e della paura. In tal modo, si garantirà ai piccoli pazienti il diritto di non perdere la propria identità durante il periodo di ricovero, consentendo loro di collegarsi con gli affetti più cari, con i fratelli e le sorelle e gli amici, salvaguardando così il contatto con l’ambiente esterno.

 

Continua a leggere

Le Notizie più lette