Vico Equense, speronano l’auto della polizia e cadono nella fuga: presi due pusher

SULLO STESSO ARGOMENTO

Gli agenti della Polizia di Stato del Commissariato di P.S. di Sorrento, hanno arrestato Di Martino Luigi e Vanacore Aniello Ivano entrambi 19enni di Vico Equense per il reato di detenzione ai fini di spaccio di sostanze stupefacenti e resistenza a Pubblico Ufficiale, e denunciati in stato di libertà per reato di danneggiamento di beni della Pubblica Amministrazione.

I poliziotti, a seguito di accurati controlli, nella tarda serata di ieri, hanno intercettato i due giovani in Vico Equense, località Moiano Via Paradiso, mentre in sella a uno scooter Honda SH, trasportavano una grossa busta. Gli agenti hanno intimato l’alt polizia e i due di tutta risposta hanno tentato la fuga speronando la moto degli agenti. Nell’impatto il conducente dello scooter ha perso il controllo rovinando al suolo con il complice. Prontamente, i poliziotti, hanno bloccato i due e recuperato una borsa della spesa che avevano. All’interno della busta, i poliziotti, hanno rinvenuto e sequestrato quasi mezzo chilogrammo di marijuana.






LEGGI ANCHE

Napoli, tragedia di San Giovanni a Teduccio, raccolta fondi on line per i figli rimasti orfani

È partita una raccolta fondi organizzata da Antonio Molisso sulla piattaforma  GoFundMe per aiutare i figli della coppia di san Giovanni a Teduccio morta...

Oroscopo di oggi 21 febbraio 2024

Oroscopo di oggi 21 febbraio 2024: le previsioni dello zodiaco segno per segno ARIETE: Oggi potresti sentirti particolarmente energico e motivato a raggiungere i tuoi...

Crollo di Firenze, recuperato il corpo dell’ultimo disperso

Nel cantiere di via Mariti a Firenze, il corpo dell'ultimo disperso è stato recuperato dai vigili del fuoco e successivamente affidato all'autorità giudiziaria per...

Castellammare, fermato il presunto killer di Alfonso Fontana. Funerale show al “Fasano”

Fermato il ras del Bronx, Catello Martino detto "puparuolo". Un furto la causa dell'omicidio

Camorra, il boss latitante Dario Federico: “Marina di Stabia? Oramai è il mio feudo…”

Le intercettazioni che inchiodano il boss latitante di Pompei, Dario Federico che dopo aver picchiato e minacciato il responsabile commerciale del porto di Marina di Stabia ha ottenuto una serie di "favori"

IN PRIMO PIANO

LE VIDEO STORIE