‘Sciopero al contrario’ nelle Vele contro l’abbandono

SULLO STESSO ARGOMENTO

“Oggi il popolo delle Vele sta dando un segnale di dignita’ e civilta’ a chi lo ha sempre discriminato ripulendo le strade: lo abbiamo chiamato ‘sciopero al contrario’. E’ un messaggio ai politici che parlano di lavoro, qui il lavoro c’e’, manca nell’agenda politica, sia locale che nazionale”. A denunciare l’abbandono in cui versa il quartiere napoletano e’ Omero Benfanti del comitato Vele di Scampia. “Siamo un popolo che non si e’ rassegnato e sta cercando quella normalita’ che non ha mai avuto – spiega Benfanti -, non ci basta abbattere le Vele, ma lottiamo per i servizi, vogliamo ripulire il quartiere, riaprire la villa comunale, creare opportunita’ di lavoro. Da stamattina stiamo qua per dimostrare che gli abitanti di Scampia si prendono cura degli spazi che lo Stato ha abbandonato per 30 anni, in termini di manutenzione”. A ripulire le strade e tagliare la vegetazione selvatica che invade i marciapiedi ci sono ragazzi del posto, alcuni con un passato difficile. “Ci chiamano camorristi, ci dicono che non abbiamo voglia di lavorare, invece noi vogliamo dimostrare che tutto e’ possibile, anche qui a Scampia”, racconta Emanuele che confessa: “Io sono stato uno dei primi a fare male a questo quartiere commettendo dei reati, quell’etichetta ce l’ho ancora addosso, ma oggi voglio essere uno dei primi a portare avanti il cambiamento di Scampia, del quartiere in cui vivo”. “Siamo nati in questi mostri di cemento, dove piove dentro casa, non abbiamo mai avuto l’opportunita’ di avere una vita normale, una casa dignitosa, un lavoro. Siamo qua per dimostrare che non siamo rassegnati, che siamo in grado di reagire”, aggiunge Ciro, anche lui di Scampia, anche lui disoccupato.







LEGGI ANCHE

La polizia controllo 60 pregiudicati tra San Giovanni a Teduccio e Castellammare

Controlli della Polizia di Stato a San Giovanni, Barra e Castellammare di Stabia. Nelle ultime ore, la Polizia di Stato ha effettuato controlli nei quartieri...

Nuova condanna per Fabrizio Corona: diffamazione a Wanda Nara e Brozovic

Fabrizio Corona è stato condannato dal Tribunale di Milano a pagare una sanzione di 1.500 euro per diffamazione nei confronti di Marcelo Brozovic e...

Castellammare, riapre con un nuovo allestimento il museo Libero d’Orsi

Il Museo Archeologico di Stabia Libero d’Orsi riapre con un nuovo allestimento e un percorso ampliato. Oltre alle mostre, il museo ospiterà una scuola di...

Napoli, figlia e sorelle del boss nelle case popolari del rione Amicizia. I nomi dei 16 indagati

La Procura di Napoli ha indagato 16 persone per l'occupazione abusiva di case popolari nel Rione Amicizia a Napoli. Tra gli indagati ci sono...

Napoli, gli affari di Michele Scognamiglio il “guru” del riciclaggio internazionale

Il mago del riciclaggio, il napoletano Michele Scognamiglio aveva messo in piedi una  centrale capace di ripulire ben 2,6 miliardi di euro in cinque...

IN PRIMO PIANO

LE VIDEO STORIE