Aggiorna le impostazioni di tracciamento della pubblicità

Seguici sui Social
Privacy Policy Cookie Policy


Quartieri di Napoli

Napoli, migrante spacciava tra i giovani dei Decumani: arrestato

Pubblicato

il

Napoli


Napoli. Nel corso dei servizi di prevenzione e controllo del territorio per assicurare una movida tranquilla, nella serata di ieri, gli agenti della sezione “Volanti” dell’U.P.G. hanno arrestato un 20enne gambiano, responsabile del reato di spaccio di sostanza stupefacenti. I poliziotti, in servizio appiedato nel centro storico, hanno notato in Largo San Giovanni Maggiore un giovane straniero che confabulava con un uomo, scambiandosi qualcosa. Certi di trovarsi innanzi ad una attività di spaccio, perché consapevoli per pregressi servizi che l’illecita attività è spesso gestita da stranieri, sono intervenuti bloccando i due. L’acquirente, un 30enne avellinese, vistosi scoperto dalla Polizia, ha subito consegnato agli agenti un piccolo involucro contenete marijuana, appena acquistato per la somma di 10 euro.
Indosso al ventenne i poliziotti hanno rinvenuto e sequestrato altre 6 dosi di marijuana, perfettamente identiche nel confezionamento a quella sequestrata all’acquirente.
L’acquirente è stato denunciato amministrativamente all’Autorità competente, mentre Lamine Jamjusey è stato arrestato e condotto alle camere di sicurezza della Questura. L’arrestato, stamane, sarà giudicato con rito direttissimo.>/p>

Continua a leggere
Pubblicità

Cronaca Napoli

De Magistris in visita alla fondazione Famiglia di Maria per il progetto di tamponi solidali a Napoli est

Pubblicato

il

Famiglia di maria,de magistris

Fra i numerosi sponsor dell’iniziativa  anche diverse aziende campane del settore medico e farmaceutico e non solo

Istituzioni ed operatori sanitari fianco a fianco per il progetto ‘O teng e to dong’ per la somministrazione di tamponi solidali ai cittadini con più fragilità. L’iniziativa avviata due settimane fa dalla Fondazione Famiglia di Maria e da F.A.S.T. Farmacisti Attivi sul Territorio, ha visto lo scorso week end, anche la visita del sindaco di Napoli Luigi De Magistris che è stato a San Giovanni a Teduccio in occasione della seconda tappa del progetto.

De Magistris ha assistito all’iter predisposto dalla fondazione e dall’associazione per lo svolgimento in sicurezza delle operazioni, manifestando il suo sostegno a questo genere di interventi che avvicina associazioni, imprese ed istituzioni al cittadino delle fasce più deboli.
“Che dire? Sono loro l’orgoglio di questa città. Tendere una mano a chi è in difficoltà è qualcosa che ci appartiene e che non dobbiamo mai smettere di fare” dice il Sindaco in un post su Instagram.

‘O teng e to dong’ nasce, infatti, dalla sinergia fra la Fondazione Famiglia di Maria e la storica Farmacia Centrale Ciammillo di Barra che vede fra i soci il presidente di F.A.S.T. Pietro Carraturo che spiega: “Abbiamo accolto l’appello del presidente della Fondazione, Anna Riccardi, per organizzare un progetto di tamponi solidali nell’area est di Napoli. ‘O teng e to dong’ è un’esclamazione napoletana per dire ‘ce l’ho e te lo dono’ ed è quindi un tampone che viene pagato dai numerosi sponsor tra cui aziende campane e multinazionali della filiera del farmaco come Farvima Medicinali, So.Farma Morra, MedSpa, Zeta Farmaceutici Group, Ecofarmatutto, Italian Marine, Pharmoove, Ibsa”.
“Grazie a questi sponsor e F.A.S.T. che ha riunito i numerosi farmacisti associati – aggiunge Carraturo – ogni sabato è possibile essere sottoposti a un tampone già pagato. – dice Carraturo – E’ un’esperienza da ripetere anche in altri quartieri, ma probabilmente, che si vede solo a Napoli dove nel momento di difficoltà emergono il cuore e la fattività della ‘Napoli solidale ’, degli imprenditori e delle Istituzioni che fanno un passo uno verso l’altro e fanno nascere progetti di solidarietà unici”.

Il tampone solidale viene somministrato ogni sabato nella sede della Fondazione della Famiglia di Maria. La scelta del giorno della settimana risponde a precise esigenze di sicurezza. Trattandosi di un luogo destinato all’assistenza alle famiglie, si è scelto il sabato perché in caso di esito positivo di un tampone, c’è poi il tempo necessario per la bonifica dei luoghi e quindi per evitare di sottrarre alle famiglie l’utilizzo del sito nel corso della settimana successiva.
Per far fronte alle esigenze del progetto, F.A.S.T. ha messo a disposizione le sue equipe mediche e donato tutti gli equipaggiamenti necessari, dai tamponi al gel e alle mascherine. Inoltre, grazie alle capacità pratiche e burocratiche dello staff di F.A.S.T., viene assicurata assistenza in caso di esito positivo del tampone, con la segnalazione agli uffici dell’ASL e l’invito alla quarantena fiduciaria.

Continua a leggere

Le Notizie più lette