Cpl Concordia, l’ex patron Roberto Casari: “I magistrati che sbagliano provocano danni immensi: distrutta la coop”

SULLO STESSO ARGOMENTO

Modena. “I magistrati che sbagliano provocano danni immensi” a dirlo Roberto Casari, ex patron del colosso cooperativo Cpl Concordia, coinvolto insieme al sindaco di Ischia Giosi Ferrandino da un’inchiesta della Procura di Napoli, in un’intervista rilasciata al Quotidiano Nazionale. “Con le sole prove indiziali hanno distrutto una cooperativa che sotto la mia presidenza ragionava come una società con 450 milioni di fatturato l’anno. A seguito di quell’inchiesta è scattata l’esclusione dalla ‘white list’ per la ricostruzione post sisma e Cpl ha perso centinaia di appalti pubblici”. Casari alla guida del colosso delle cooperative emiliane per 40 anni era finito in manette per le presunte tangenti legate alla metanizzazione di Ischia. “Teoricamente – ha detto Casari – dovrei essere assolto come l’ex sindaco d’Ischia Giosi Ferrandino, perchè se lui non è stato corrotto, io non sono un corruttore. Ma considerato che ho trascorso sei mesi nelle patrie galere e sei agli arresti domiciliari da innocente con la magistratura non sai mai”. Nell’intervista a Qn l’ex patron punta il dito proprio contro la magistratura: “Ci sono magistrati che sbagliano di frequente, con danni immensi per la società e la debolezza della politica nei confronti della magistratura è gravissima”. Le accuse della procura di Napoli del 2015 mosse contro Casari e l’ex sindaco Ferrandino riguardano l’associazione per delinquere, la corruzione, anche internazionale, turbata libertà degli incanti, riciclaggio, emissione di fatture per operazioni inesistenti: un sistema corruttivo con fondi neri in Tunisia da parte di Cpl attraverso i quali retribuire pubblici ufficiali, tra cui Ferrandino, per ottenere favori nell’aggiudicazione degli appalti. Lo scorso 16 gennaio Ferrandino è stato assolto. Casari e i nove dirigenti andranno a processo il primo marzo a Modena.



telegram

LIVE NEWS

Riciclaggio a Firenze, l’avvocato: “Pino Taglialatela estraneo”

Giuseppe Taglialatela, ex portiere del Napoli, noto come "Batman"...
DALLA HOME

Riciclaggio a Firenze, l’avvocato: “Pino Taglialatela estraneo”

Giuseppe Taglialatela, ex portiere del Napoli, noto come "Batman" e Alessandro Bigi, presidente dell'Ischia Calcio, sono tra gli indagati per un'inchiesta della Procura antimafia di Firenze su un presunto giro di riciclaggio di denaro. Secondo gli inquirenti, Bigi e Kamami, un albanese di 40 anni, sarebbero i capi di un'organizzazione...

ULTIME NOTIZIE

TI POTREBBE INTERESSARE