Terremoto Ischia: misure straordinarie di sostegno al reddito per licenziati

SULLO STESSO ARGOMENTO

Il sisma del 21 agosto 2017 ha determinato, oltre alla dolorosa perdita di vite umane, danni agli immobili, alle strutture alberghiere, al commercio e al comparto turistico in generale. La macchina dei soccorsi è stata encomiabile. Il Presidente Vincenzo De Luca ha fatto sentire forte e chiara la sua presenza. “Dal fronte lavoro, giorno dopo giorno, di concerto con gli uffici dell’Inps, con l’osservatorio metropolitano del lavoro, l’osservatorio regionale del lavoro e tutte le strutture regionali, ho monitorato caso per caso tutte le cessazioni di rapporto a causa del sisma intervenute dal 22 agosto – dichiara l’assessore al Lavoro, Sonia Palmieri. Non basta però tenere conto solo dei lavoratori dipendenti, ma anche degli autonomi e dei collaboratori che comunque prestavano la loro attività sull’Isola verde, che a causa del terremoto improvvisamente sono senza possibilità di lavoro. Ho chiesto, quindi, al Ministro del Lavoro Poletti, un intervento straordinario in tal senso, in analogia a quanto il Governo ha già realizzato con il dl 189 dell’ottobre 2016 per le 4 regioni interessate dal sisma del 24 agosto 2016). Nel contempo abbiamo chiesto all’Inps di avere massima speditezza nell’erogazione dell’indennità di disoccupazione Naspi, chiedendo, se necessario, il supporto operativo di altre sedi Inps per il disbrigo delle pratiche. Il terremoto non potrà mai vincere sull’operosità, la solidarietà e passione di un’intera Regione che sta reagendo alla ferita subita, dimostrando al resto d’Italia e oltre, che siamo depositari di una eccezionale bellezza di luoghi, cultura e arte che difendiamo con forza!”- conclude l’assessore.







LEGGI ANCHE

Napoli, figlia e sorelle del boss nelle case popolari del rione Amicizia. I nomi dei 16 indagati

La Procura di Napoli ha indagato 16 persone per l'occupazione abusiva di case popolari nel Rione Amicizia a Napoli. Tra gli indagati ci sono...

Napoli, gli affari di Michele Scognamiglio il “guru” del riciclaggio internazionale

Il mago del riciclaggio, il napoletano Michele Scognamiglio aveva messo in piedi una  centrale capace di ripulire ben 2,6 miliardi di euro in cinque...

IN PRIMO PIANO

LE VIDEO STORIE