Napoli farmaci dopanti, armi e proiettili in casa: fermati padre e figlio di Chiaiano

SULLO STESSO ARGOMENTO

Napoli. Padre e figlio nei guai: armi, farmaci dopanti e contanti sequestrati dai Carabinieri a Chiaiano.

PUBBLICITA

Un’operazione dei Carabinieri del Nucleo Operativo del Vomero ha portato all’arresto di un uomo e alla denuncia del padre per una serie di reati che spaziano dal possesso di armi da fuoco al commercio di farmaci dopanti.

Nel corso di una perquisizione effettuata in un’abitazione di Chiaiano alla ricerca di armi da fuoco e proiettili, i Carabinieri hanno trovato un vero e proprio arsenale nel box:

  • Un fucile con canna tagliata e matricola abrasa
    3 munizioni cal 12
    2 munizioni cal 22
    6 munizioni a salve
    Uno storditore elettrico
    Un pugnale
    Oltre 97.000 euro in contanti

Raffaele Maietta, 29enne già noto alle forze dell’ordine, dovrà rispondere di:

  • Possesso di armi clandestine
    Riciclaggio
    Denaro provento da attività illecite
    Farmaci dopanti per il bodybuilding

Insieme alle armi, i Carabinieri hanno trovato anche un ingente quantitativo di farmaci dopanti, tra cui:

  1. Centinaia di flaconi di nandrolone
    Testosterone
    Ormoni della crescita
    Anastrozolo, un farmaco utilizzato in medicina per il trattamento di alcune forme di cancro e diffuso illecitamente nel bodybuilding

Il figlio è finito agli arresti domiciliari, il padre denunciato

Il padre di Raffaele Maietta è stato denunciato a piede libero per ricettazione e possesso di farmaci illegali. Raffaele Maietta è stato sottoposto agli arresti domiciliari in attesa di giudizio.

L’operazione dei Carabinieri dimostra l’impegno delle forze dell’ordine nel contrastare la criminalità organizzata e nel tutelare la salute pubblica.


LASCIA UN COMMENTO

Per favore inserisci il tuo commento!
Per favore inserisci il tuo nome qui

googlenews
facebook


I FATTI DEL GIORNO

ULTIME NOTIZIE

TI POTREBBE INTERESSARE