Tony Colombo: fuochi d’artificio e show illegale per il compleanno in carcere, Borrelli grida all’oltraggio

SULLO STESSO ARGOMENTO

Fuochi d’artificio, fasci di luce e decine di auto a bloccare le strade: un vero e proprio concerto illegale è stato organizzato fuori dal carcere di Secondigliano per festeggiare il compleanno di Tony Colombo, cantante neomelodico detenuto dallo scorso ottobre per associazione camorristica.

Un’iniziativa inaccettabile, secondo il deputato di Alleanza Verdi – Sinistra Francesco Emilio Borrelli, che la definisce “un inno alla malavita e un oltraggio allo Stato”. “Come è possibile che tutto questo sia avvenuto indisturbato?”, si domanda Borrelli, chiedendo che vengano identificati gli organizzatori e che si faccia luce su quanto accaduto.

L’episodio, ripreso e diffuso sui social dai sostenitori di Colombo, rappresenta l’ennesima conferma dei legami del cantante con la criminalità organizzata, già denunciati da Borrelli in passato.

    “Questo show va letto come una palese sfida allo Stato, un messaggio di impunità e sopruso da parte della malavita”, conclude Borrelli, sottolineando la gravità di quanto accaduto e la necessità di un intervento deciso da parte delle autorità.

    L’episodio ha scatenato l’indignazione di molti cittadini, che sui social hanno espresso solidarietà alle forze dell’ordine e chiesto una risposta forte contro i responsabili.

    Resta da capire se e quali provvedimenti verranno presi nei confronti di chi ha organizzato e partecipato a questa illegale manifestazione di “affetto” per Tony Colombo.



    Torna alla Home

    LASCIA UN COMMENTO

    Per favore inserisci il tuo commento!
    Per favore inserisci il tuo nome qui

    telegram

    LIVE NEWS

    TERREMOTO: altre 4 scosse stasera nel giro di 4 minuti

    Napoli. Nuovo sciame sismico ai Campi Flegrei con quattro scosse nel giro di quattro minuti nella prima serata di oggi. Di lieve entità ma sempre di scosse si tratta che sconfessano le previsioni ottimistiche di chi oggi, imprudentemente si è affrettato a dire che il fenomeno era in regressione. La prima...

    A Casal di Principe anche i morti hanno firmato la lista elettorale

    La lista elettorale "Casale nel cuore", presentata a Casal di Principe, in provincia di Caserta, includeva un defunto tra i suoi sottoscrittori. Il Comune, guidato dal sindaco Renato Natale, ha segnalato l'anomalia alla Procura di Napoli Nord per indagare su possibili illeciti. La lista, a sostegno del candidato sindaco Ottavio...

    CRONACA NAPOLI