Palermo, caso Onorato: la Procura apre inchiesta per omicidio

SULLO STESSO ARGOMENTO

La procura di Palermo ha avviato un’inchiesta per omicidio riguardante il caso dell’imprenditore Angelo Onorato, architetto e marito dell’eurodeputata della Democrazia Cristiana Francesca Donato, trovato morto lo scorso sabato con una fascetta intorno al collo.

PUBBLICITA

L’apertura del fascicolo per omicidio è considerata “un atto dovuto” per permettere l’esecuzione di determinate operazioni, inclusa l’autopsia sul corpo dell’uomo. Le indagini, coordinate dal procuratore della Repubblica Maurizio de Lucia e dall’aggiunto Ennio Petrigni, sono condotte dalla Squadra Mobile e stanno esaminando tutte le possibilità, dal suicidio all’omicidio.

Attualmente, l’ipotesi più accreditata, basata anche sull’analisi delle immagini delle telecamere di sorveglianza, è quella del suicidio, ma i familiari, attraverso l’avvocato Vincenzo Lo Re, sostengono che Onorato sia stato ucciso. Ulteriori dettagli potranno emergere dall’esame autoptico.

Le telecamere della zona mostrano che Angelo Onorato è arrivato da solo in auto nel luogo dove è stato ritrovato morto con una fascetta stretta intorno al collo. Il corpo senza vita dell’imprenditore palermitano è stato scoperto sabato in via Minutilla.

Sebbene le telecamere abbiano ripreso il veicolo avvicinarsi al tratto di strada dove è stato trovato, quel tratto è in una “zona cieca” non coperta dalle videocamere. Questo dettaglio rafforza ulteriormente l’ipotesi del suicidio, a meno che non si ipotizzi che Onorato avesse un appuntamento nei metri non ripresi con qualcuno arrivato a piedi, che poi si sarebbe allontanato senza essere ripreso.

Le telecamere non mostrano infatti nessun’altra auto fermarsi dove è stata trovata la Range Rover con il corpo dell’architetto.

L’eurodeputata Donato:  “Sto vivendo i momenti più difficili e devastanti della mia vita”

“Sto vivendo i momenti più difficili e devastanti della mia vita. Il dolore è inimmaginabile. Prego tutti di astenersi da speculazioni sulle cause della morte di mio marito. Ci sono indagini in corso, lasciamo lavorare la polizia.

Ringrazio dal profondo del cuore tutti coloro che in queste ore tremende hanno avuto parole di affetto per il mio adorato Angelo e hanno mostrato vicinanza e solidarietà per la mia famiglia. Sono tantissimi e ognuno è prezioso per me”.

Lo scrive sui suoi canali social, l’eurodeputata Francesca Donato, moglie della vittima.



Torna alla Home

LASCIA UN COMMENTO

Per favore inserisci il tuo commento!
Per favore inserisci il tuo nome qui

googlenews
facebook


DALLA HOME


CRONACA NAPOLI

PUBBLICITA

TI POTREBBE INTERESSARE