Stop diplomifici, per 47 scuole revoca status paritarie 

"Oggi annunciamo la conclusione del piano straordinario di vigilanza...

‘Capaci… di ricordare’, il 18 maggio lo spettacolo degli studenti del Liceo Mancini

SULLO STESSO ARGOMENTO

Memoria storica e impegno civile: su queste due importati direttrici etiche e morali si svilupperà lo spettacolo teatrale dal titolo “Capaci… di ricordare”, richiamando il luogo dove il 23 maggio 1992 avvenne la strage mafiosa che provocò l’uccisione dei magistrati Giovanni Falcone e Francesca Morvillo, e degli agenti della scorta Vito Schifani, Rocco Dicillo e Antonio Montinaro, che sarà messo in scena dagli alunni delle classi 3ALM, 3DSA e 3G del Liceo Scientifico “Pasquale Stanislao Mancini”, guidato dalla dirigente scolastica Paola Anna Gianfelice.

PUBBLICITA

L’appuntamento è previsto per sabato 18 maggio 2024, con inizio alle ore 17.30, presso il Teatro d’Europa di Cesinali. Si tratta della conclusione di un appassionante e articolato percorso didattico riguardante un “Laboratorio di teatro civile” di un PCTO – ex alternanza scuola–lavoro, coordinato dalle docenti di Lettere Elisa Troisi, Ilaria Stasio e Margherita Faia. Tale progetto è inserito nella programmazione scolastica del Liceo Mancini, i cui referenti per i PCTO sono gli insegnanti Gilda Guerriero, Alfonso Pepe e Anna Ferrigno.

La regia e le scene sono curate da Luigi Frasca e Angela Caterina, rispettivamente direttore artistico e prima attrice della compagnia “Teatro d’Europa”.

Il tema centrale dello spettacolo è il valore della “legalità” e il testo teatrale, redatto dagli stessi studenti, si basa su un’attenta ricerca di fonti, testimonianze, testi, idee e azioni riguardanti donne e uomini che senza indugi hanno lottato contro la criminalità organizzata, come lo stesso Giovanni Falcone, Paolo Borsellino, Don Peppino Puglisi, Peppino Impastato e Rita Atria. Esempi e messaggi che hanno appassionato i giovani studenti, i quali saranno consapevolmente i depositari e gli eredi di quei valori di giustizia e legalità che hanno segnato l’esistenza e il sacrificio di chi si è opposto all’arroganza e alla violenza di tutte le mafie.

Gli studenti delle classi terze del Liceo Mancini impegnati nel progetto di teatro, oltre ad interpretare i vari personaggi e a svolgere molteplici ruoli tecnici, hanno anche allestito un funzionale servizio di accoglienza che sarà attivo nel corso dell’evento e un dinamico ufficio stampa che si è occupato di promuovere l’iniziativa attraverso tutti i canali mediatici.

LASCIA UN COMMENTO

Per favore inserisci il tuo commento!
Per favore inserisci il tuo nome qui

googlenews
facebook


I FATTI DEL GIORNO

ULTIME NOTIZIE

TI POTREBBE INTERESSARE