Bimba di 10 mesi muore dopo aver ingerito candeggina: tragedia a Noto

SULLO STESSO ARGOMENTO

Una bambina di soli 10 mesi è morta oggi pomeriggio a Noto dopo aver ingerito candeggina. La tragedia si è consumata in un’abitazione alla periferia della città.

Ancora da chiarire la dinamica dell’accaduto. Secondo le prime ipotesi, la bambina sarebbe entrata in contatto con un secchio contenente acqua e candeggina, ingerendone il contenuto.

La madre, accortasi di quanto accaduto, ha immediatamente allertato i vicini che hanno soccorso la piccola. Non potendo attendere l’arrivo dell’ambulanza, la bimba è stata trasportata al pronto soccorso dell’ospedale Trigona di Noto.

    Purtroppo, nonostante i tempestivi soccorsi, la bambina è giunta al pronto soccorso già incosciente e il suo cuore ha cessato di battere poco dopo.

    Sul posto sono intervenuti i Carabinieri per effettuare i rilievi e interrogare i familiari sconvolti dalla tragedia. La Procura di Siracusa ha aperto un’inchiesta per chiarire le cause dell’incidente.

    Il sindaco di Noto, Corrado Figura, ha espresso il cordoglio della città per la tragica perdita: “Un lutto che colpisce tutta la comunità. Siamo vicini al dolore della famiglia in questo momento così difficile”.

    I Carabinieri stanno cercando di ricostruire la dinamica esatta dell’accaduto. Verranno ascoltati i familiari e i vicini di casa per capire come la bambina sia potuta entrare in contatto con la candeggina.



    Torna alla Home

    LASCIA UN COMMENTO

    Per favore inserisci il tuo commento!
    Per favore inserisci il tuo nome qui

    A Casal di Principe anche i morti hanno firmato la lista elettorale

    La lista elettorale "Casale nel cuore", presentata a Casal di Principe, in provincia di Caserta, includeva un defunto tra i suoi sottoscrittori. Il Comune, guidato dal sindaco Renato Natale, ha segnalato l'anomalia alla Procura di Napoli Nord per indagare su possibili illeciti. La lista, a sostegno del candidato sindaco Ottavio...

    Avellino: maltratta la moglie e i due figli, scatta divieto di avvicinamento

    È stato emesso un provvedimento di divieto di avvicinamento ai luoghi frequentati dai familiari per un 40enne di Frigento, a seguito dell'ennesimo episodio di maltrattamenti nei confronti della moglie e dei due figli minorenni. Il provvedimento, emesso dal Gip del Tribunale di Avellino su richiesta della Procura, è stato notificato...

    CRONACA NAPOLI