SU INSTAGRAM

Il padre di Giulia Tramontano: “Il vostro assassino deve marcire in galera”

SULLO STESSO ARGOMENTO

Nel giorno dell’attesa udienza del processo contro Alessandro Impagnatiello, accusato dell’omicidio della giovane Giulia, incinta di sette mesi, il padre, Franco Tramontano, ha espresso il proprio dolore e la determinazione a ottenere giustizia attraverso un toccante post su Instagram.

“Con il sorriso e la bontà d’animo hai illuminato la vita di chi ti era vicino. Il tuo ricordo vivrà sempre nei nostri cuori, la tua luce continuerà a brillare nel cielo e il vento ci porterà il tuo profumo”, ha scritto Tramontano, rendendo omaggio alla figlia e alla sua memoria. Le parole del padre sono cariche di dolore, ma anche di ferma determinazione nel chiedere che il colpevole paghi per il terribile crimine commesso.

“Giulia, chiederemo giustizia per voi senza mai arrenderci. Il vostro assassino deve marcire in galera”, ha dichiarato, sottolineando l’importanza di perseguire la verità e garantire che la giustizia sia fatta. Anche la madre, Loredana Femiano, ha condiviso il proprio dolore e la richiesta di giustizia attraverso i social media.

“Lo grideremo ogni giorno”, ha scritto, evidenziando la determinazione della famiglia nel perseguire la causa e ottenere il riconoscimento della colpa del responsabile. Il caso ha scosso profondamente l’opinione pubblica, suscitando indignazione e richieste di un processo equo e di una punizione severa per l’assassino.


Torna alla Home

LASCIA UN COMMENTO

Per favore inserisci il tuo commento!
Per favore inserisci il tuo nome qui

DALLA HOME

Napoli, agguato alle Case Nuove: arrestato Francesco Matteo

Ieri mattina, la Polizia di Stato ha arrestato un terzo uomo nell'ambito delle indagini sull'agguato a Massimiliano. L'arrestato, Francesco Matteo, 22enne di Napoli con precedenti penali, si è consegnato spontaneamente al carcere di Poggioreale. Il 30 gennaio 2023, Massimiliano Abete fu gambizzato in via Gianbattista Manso, alle Case Nuove, durante...

LEGGI ANCHE

CRONACA NAPOLI