SERIE A

Napoli da incubo per 45′, poi la rimonta: tre perle in 6′ stendono il Monza

SULLO STESSO ARGOMENTO

Il solito Napoli di questa stagione regala un tempo al Monza, fatica in attacco e va in svantaggio. Poi, in un rocambolesco inizio di ripresa, rimette la partita sui propri binari con tre perle nel giro di 6′: Osimhen, Politano e Zielinski prima del sigillo di Raspadori. A Monza gli azzurri passano con il punteggio di 4-2.

PUBBLICITA

Qualche cambio da segnalare nell’undici di Calzona. A centrocampo si rivede infatti Zielinski al fianco di Anguissa e Lobotka, Ngonge invece completa il tridente d’attacco a destra con Osimhen e Kvaratskhelia. Nessuna novità in difesa: Rrahmani e Juan Jesus prendono posto davanti a Meret, con Olivera largo insieme a Di Lorenzo.

Solito 4-2-3-1 per Palladino. In porta Di Gregorio, davanti a lui il napoletano Izzo con Pablo Marì, Caldirola e Birindelli sulle fasce. Sulla mediana Gagliardini con Akpa Akpro, Mota è supportato da Colpani e dall’ex Zerbin sulla trequarti alle spalle dell’unica punta che è Milan Djuric.

Napoli poco pericoloso e il Monza punisce: Djuric fa 1-0

Il Napoli prova a fare la partita, portando tanti uomini dalle parti di Di Gregorio, ma i primi minuti passano senza pericoli creati. Invece, al 9′, è il Monza alla prima azione offensiva a passare in vantaggio: bella giocata proprio dell’ex Zerbin che dalla sinistra con un cross trova Djuric che di testa anticipa Juan Jesus e infila Meret all’angolino per l’1-0.

Timida reazione degli azzurri: al quarto d’ora ci prova Di Lorenzo su sviluppi di calcio d’angolo, ma la conclusione è alta. Al 25′ opportunità per Ngonge: l’ex Verona però temporeggia sul servizio di Anguissa e si fa deviare il tiro verso la porta. Poco dopo novità nei padroni di casa, con Dany Mota costretto a lasciare il campo per infortunio: entra Maldini.

Alla mezz’ora il Napoli reclama un rigore: intervento rischioso in area di Zerbin su Ngonge, l’arbitro Doveri lascia correre e il check del VAR conferma la sua decisione di campo. Al 40′ l’occasione più clamorosa dei partenopei: errore in disimpegno di Di Gregorio, Osimhen lo disturba e sul pallone arriva Kvaratskhelia, ma il portiere risponde; nulla da fare anche sulla ribattuta con Akpa Akpro che spazza. Finisce così il primo tempo: Monza avanti.

Tre perle in 5′, il Napoli la ribalta. Monza ko a domicilio

Dopo un primo tempo da incubo, l’inizio di ripresa del Napoli è a dir poco da sogno. Al 56′ Anguissa pesca con un bel cross Osimhen: lo stacco di testa del nigeriano sorprende Izzo e vale il pari. Passano 2′ e gli azzurri completano la rimonta grazie ad una perla assoluta al volo da fuori di Politano: palla all’incrocio dei pali e nulla da fare per Di Gregorio.

Cala il tris al 61′ Zielinski: il polacco riceve al limite dopo un’azione insistita e con il sinistro fa finire il pallone sotto la traversa per il 3-1. Sembra tutto in discesa, ma Colpani con una prodezza a giro richiama all’ordine: rientra sul sinistro e con una parabola imprendibile beffa Meret, riaprendo la partita.

A riportare i partenopei avanti di due ci pensa allora Raspadori, che pochissimi secondi dopo l’ingresso in campo insacca un tap-in vincente dopo parata di Di Gregorio su Di Lorenzo: è 4-2. Osimhen va vicino alla doppietta poco dopo in rovesciata, ma il portiere dei brianzoli questa volta blocca facile. E’ l’ultimo vero sussulto di una gara che non regala ulteriori emozioni: finisce così.


Torna alla Home

LASCIA UN COMMENTO

Per favore inserisci il tuo commento!
Per favore inserisci il tuo nome qui

LEGGI ANCHE

Prossima Partita

Classifica

IN PRIMO PIANO

Ultime Notizie