Camorra, il clan Mazzarella dietro il business della banconote false: 13 arresti

SULLO STESSO ARGOMENTO

I Carabinieri del Comando Antifalsificazione Monetaria, coadiuvati da reparti territoriali, stanno eseguendo un’operazione di maxi-blitz contro la falsificazione e la vendita di banconote contraffatte in Italia e all’estero.

I fatti principali

L’operazione, coordinata dalla Direzione Distrettuale Antimafia di Napoli, ha portato all’emissione di misure cautelari nei confronti di decine di persone gravemente indiziate, a vario titolo, di associazione per delinquere finalizzata alla falsificazione e alla vendita di banconote contraffatte da 100 euro.

Le indagini, condotte con l’ausilio di intercettazioni telefoniche e analisi del traffico telematico, hanno permesso di ricostruire l’attività di un sodalizio criminale dedito alla produzione e alla commercializzazione di banconote false.

    Le indagini hanno inoltre fatto emergere il coinvolgimento del clan di camorra dei “Mazzarella” nell’attività di falsificazione e spaccio di denaro contraffatto.

    Nell’operazione sono impegnati oltre 300 Carabinieri che stanno eseguendo perquisizioni in diverse province italiane e in Francia. Le perquisizioni sono in corso anche nelle abitazioni e negli esercizi commerciali degli indagati.

    Sequestro di denaro falso

    Nel corso dell’operazione sono state già sequestrate diverse migliaia di banconote contraffatte da 100 euro.


    LASCIA UN COMMENTO

    Per favore inserisci il tuo commento!
    Per favore inserisci il tuo nome qui

    telegram

    LIVE NEWS

    Mille persone coinvolte nel progetto SCINN: corsi sportivi gratuiti, laboratori e formazione

    Sport gratuiti, rigenerazione sociale e riqualificazione di diversi spazi....
    DALLA HOME

    Mille persone coinvolte nel progetto SCINN: corsi sportivi gratuiti, laboratori e formazione

    Sport gratuiti, rigenerazione sociale e riqualificazione di diversi spazi. A Napoli chiude SCINN, Sport Comunità Integrazione Nuove Narrazioni, progetto promosso da una rete di associazioni, scuole e altre realtà con capofila la onlus NEA Napoli Europa Africa e sostenuto dalla Fondazione CON IL SUD. In tre anni sono stati...

    Napoli: trattamenti medici con dispositivi non a norma, la scoperta in un centro estetico

    Scoperta shock a Napoli: un centro estetico praticava trattamenti medici non a norma, mettendo a rischio la salute dei clienti. A documentare la situazione e renderla nota al grande pubblico è stato Luca Abete di 'Striscia la Notizia', portando alla luce un caso inquietante. L'inchiesta di Abete ha rivelato che...

    CRONACA NAPOLI

    TI POTREBBE INTERESSARE