Napoletano ucciso a pugni al concerto dei Subsonica: arrestato il responsabile

SULLO STESSO ARGOMENTO

È stato fermato il presunto responsabile della morte di Antonio Morra, 47 anni, originario di Napoli, avvenuto l’altra notte al termine del concerto dei Subsonica al Nelson Mandela Forum di Firenze.

L’uomo, operante nell’ambito del montaggio dei palchi per lo spettacolo, è ora stato sottoposto a fermo per omicidio preterintenzionale.

Antonio Morra, magazziniere residente a Pistoia, lascia la moglie e tre figli. È un grande tifoso del Napoli e sul suo profilo facebook ci sono molte immagini di Maradona, dello stadio e biglietti delle partite di calcio.

    Antonio Morra è stato ucciso da un pugno sferratogli dall’uomo poi fermato in nottata. Lo ha fatto cadere rovinosamente a terra e provocandogli il trauma cranico risultato poi fatale. Morra è morto poco dopo all’ospedale fiorentino di Careggi dove era stato trasportato in codice rosso per le gravi lesioni riportate nella caduta.

    La polizia, basandosi anche sulle registrazioni delle telecamere di sorveglianza, stanno indagando sul triste episodio. Nove operai, tra italiani e stranieri, sono stati interrogati in questura per fare luce sull’accaduto. Il pubblico ministero ha disposto l’autopsia di Antonio Morra per approfondire le circostanze della sua morte.


    Torna alla Home

    LASCIA UN COMMENTO

    Per favore inserisci il tuo commento!
    Per favore inserisci il tuo nome qui

    DALLA HOME

    A Napoli turista rapinato davanti al pub dove fu ucciso Giogiò

    A Napoli turista rapinato in piazza Municipio davanti a decine di persone ma soprattutto davanti al pub dove il 31 agosto dello scorso anno fu ucciso il giovane musicista Giovanbattista Cutolo. L'azione del bandito in sella a uno scooter con un complice è stato fulminea e in pochi secondi ha...

    LEGGI ANCHE

    CRONACA NAPOLI