Vertenza Softlab: presidio dei lavoratori davanti alla Prefettura di Caserta

SULLO STESSO ARGOMENTO

I dipendenti casertani dell’azienda Softlab hanno avviato un presidio davanti alla Prefettura di Caserta insieme ai rappresentanti sindacali dei metalmeccanici Fiom-Cgil, Fim-Cisl, Uilm e Failms.

Questa iniziativa segue il presidio tenutosi la settimana scorsa a Napoli davanti alla Regione Campania. Gli addetti, ex dipendenti della multinazionale americana Jabil ora impiegati in Softlab, chiedono chiarezza sul loro futuro lavorativo e il pagamento di arretrati come salari e contributi di cassa integrazione.

La situazione si protrae da anni e la pressione sui vertici istituzionali è sempre più alta. Il 15 marzo è prevista una manifestazione a Caserta per sensibilizzare l’opinione pubblica, coinvolgendo cittadini, forze politiche e parlamentari del territorio.



    I sindacati denunciano la mancanza di concretezza nelle promesse di riindustrializzazione fatte in passato, definendo la situazione attuale una “reindustrializzazione fantasma”. L’azienda Softlab, nonostante abbia assunto ex dipendenti Jabil con incentivi consistenti, non ha avviato produzioni significative nel territorio casertano come originariamente previsto.

    Il segretario della Fiom-Cgil di Caserta, Francesco Percuoco, esprime preoccupazione per l’instabilità imprenditoriale di Softlab e sottolinea l’urgenza di trovare soluzioni concrete che garantiscano dignità ai lavoratori e al territorio coinvolto. La situazione rimane incerta e la lotta dei dipendenti continua per ottenere risposte e giustizia.


    Torna alla Home

    LASCIA UN COMMENTO

    Per favore inserisci il tuo commento!
    Per favore inserisci il tuo nome qui


    La Giunta comunale ha dato il via libera ai lavori di messa in sicurezza di un settore delle gradinate della Curva B inferiore dello stadio Maradona. Questa decisione è stata presa in seguito al riscontro di alcuni avvallamenti dei gradoni, che hanno evidenziato la necessità di interventi urgenti. Il progetto...
    Il Giudice dell'Udienza Preliminare di Salerno ha emesso una condanna di due anni e dieci mesi di reclusione per Salvo Gregorio Mirarchi, 32 anni di Montepaone. Mirarchi è stato ritenuto responsabile delle minacce di morte contenute in una lettera inviata nel gennaio del 2023 alla Procura della Repubblica di Catanzaro,...
    Il Barcellona non accetta la sconfitta nel "Clasico" contro il Real Madrid e si prepara a chiedere la ripetizione della partita persa ieri per 3-2. La decisione è stata presa in seguito al controverso gol fantasma di Lamine Yamal, un episodio che potrebbe aver cambiato le sorti del match. Il...
    Il Napoli, tra un risultato deludente e l'altro, ha ripreso oggi nel pomeriggio gli allenamenti presso l'SSCN Konami Training Center di Castel Volturno in preparazione del prossimo match di campionato contro la Roma, in programma domenica allo Stadio Maradona alle 18:00. I giocatori si sono concentrati sul campo 2, iniziando...

    IN PRIMO PIANO