“Tesoro ai Pellini, una pagina nera per l’Italia”: la rabbia di don Patriciello

SULLO STESSO ARGOMENTO

Don Maurizio Patriciello, il parroco di Caivano in prima linea nella lotta contro la camorra e gli scempi ambientali in Terra dei Fuochi, ha commentato con parole dure la sentenza della Corte di Cassazione che ha restituito il patrimonio ai fratelli Pellini.

I beni sequestrati, del valore di circa 220 milioni di euro, erano stati confiscati in seguito alla condanna definitiva dei tre imprenditori per traffico illecito di rifiuti.

“Siamo allibiti, nauseati e indignati – scrive don Patriciello su Facebook – Anche oggi parlo di legalità agli studenti, ma piango. Altro non so fare per non smarrire la mia dignità di uomo. Oggi la nostra amata Italia ha scritto un’altra pagina nera.”



    Il sacerdote si batte da anni contro le collusioni tra camorra e imprenditori senza scrupoli che avvelenano il territorio con il traffico illecito di rifiuti. “Quando i nemici te li trovi in casa, però, è davvero difficile continuare a sperare” conclude amaramente.

    La sentenza della Cassazione ha sollevato numerose critiche da parte di cittadini, associazioni ambientaliste e politici. Il caso ha acceso un faro sulla questione della confisca dei beni ai mafiosi e ai corrotti, e sulla necessità di rafforzare la legge per evitare che i criminali tornino in possesso dei loro illeciti proventi.

    Don Patriciello non si arrende e invita a continuare a lottare: “Il Signore ci doni la forza per continuare a lottare.”

    La rabbia e l’amarezza di don Patriciello sono la voce di tanti cittadini che chiedono giustizia e un futuro migliore per la Terra dei Fuochi.


    Torna alla Home

    LASCIA UN COMMENTO

    Per favore inserisci il tuo commento!
    Per favore inserisci il tuo nome qui


    Tentato colpo al bancomat, ladri in fuga nell’Avellinese

    Un tentativo di rapina è stato sventato presso il bancomat dell'ufficio postale di Scampitella, in provincia di Avellino. Tre individui con il volto coperto hanno cercato di far esplodere l'erogatore Atm della sede situata in via Piave, poco prima delle cinque del mattino. Tuttavia, grazie all'allarme attivato presso la Situation...

    Esperienza inclusiva nella natura a Terzigno: camminata lungo il sentiero La Pineta

    Il 10 Aprile 2024, l'associazione Attivamente, insieme a Terzigno Verde, Specialmente Noi e Aigae, organizzerà un'escursione inclusiva lungo il sentiero La Pineta di Terzigno nel Parco Nazionale del Vesuviano. L'evento mira a promuovere l'inclusione, sensibilizzare sulle diversità e creare spazi accoglienti per tutti i partecipanti. Il sentiero n. 11 del...

    Cancello ed Arnone, la cicogna bianca recuperata nei giorni scorsi

    Una Cicogna Bianca, recuperata in condizioni precarie a Cancello ed Arnone, è stata rilasciata in natura dopo un periodo di cure e riabilitazione presso il Centro di Riferimento Regionale per l’Igiene Urbana Veterinaria di Napoli e il Centro Recupero Animali Selvatici “Federico II” di Napoli. La femmina di Cicogna Bianca,...

    AstraDoc, doppio focus su Napoli con il doc di Isabella Mari

    Il doc di Isabella Mari sulla storia e l’impegno culturale di Arci Movie e quello di Claudia Brignone sull’esperienza comunitaria di Terra Prena a favore della maternità. Venerdì 19 aprile alle 19 “30 anni di Cinema a Ponticelli” con la regista, i protagonisti e il Prof Bruno Roberti. Alle 21...

    IN PRIMO PIANO

    LE VIDEO STORIE