Napoli, consegnata la medaglia d’oro al valore civile alla famiglia di Anatolij Korol

SULLO STESSO ARGOMENTO

Il coraggioso gesto di Anatolij Korol e la sua tragica morte nel 2015 a Napoli sono stati celebrati con una cerimonia di tributo, durante la quale è stata consegnata la Medaglia d’Oro al Valor Civile al suo ricordo.

La sua storia è stata raccontata in un momento toccante presso il Comando Interregionale Carabinieri “Ogaden” a Napoli. Nel 2015, Anatolij Korol tentò di fermare una rapina in un supermercato, perdendo la vita durante l’azione e lasciando dietro di sé la moglie e due figlie.

La sua eroica azione è stata riconosciuta e premiata dal Presidente Mattarella con la medaglia d’oro al valore civile, mentre la sua famiglia ha ricevuto una donazione in segno di solidarietà.



    La cerimonia di commemorazione è stata un momento di unità e condivisione del dolore, durante il quale sono intervenuti il Comandante Interregionale Carabinieri, il Comandante Provinciale Carabinieri di Napoli e i rappresentanti della Cassa Edile della Provincia di Napoli.

    La donazione simbolica rappresenta il sostegno della comunità e delle istituzioni alla famiglia di Anatolij Korol. L’onore e il riconoscimento postumo conferiti al coraggioso muratore testimoniano il suo sacrificio per difendere i valori di giustizia e solidarietà.

    Questo gesto di altruismo e coraggio continuerà a ispirare le future generazioni, mentre la famiglia di Anatolij è grata per il supporto ricevuto dagli Carabinieri e dalla comunità. La Medaglia d’Oro al Valor Civile e la donazione ricevuta hanno reso omaggio al gesto eroico di Anatolij Korol e hanno sottolineato l’importanza dei valori di solidarietà e giustizia.

    La sua memoria è mantenuta viva grazie all’amore della sua famiglia e all’appoggio delle istituzioni che continuano a vegliare su di loro. Il coraggio e l’altruismo di Korol saranno sempre ricordati con gratitudine e rispetto.

    Il 2 ottobre 2015, presso il Quirinale, il Presidente della Repubblica, su proposta del Ministro dell’Interno, ha consegnato ai familiari di Anatolij Korol la Medaglia d’Oro al Valor Civile alla memoria.

    Durante la cerimonia, il Comandante Interregionale Carabinieri “Ogaden” Generale di Corpo D’Armata Antonio De Vita, il Comandante Provinciale Carabinieri di Napoli Generale di Brigata Enrico Scandone, il Presidente della Cassa Edile della Provincia di Napoli Dott. Ingegnere Rodolfo Girardi e il vice Presidente Dott. Valerio Medici, hanno consegnato alla moglie e alle due figlie di Anatolij una donazione simbolo tangibile della solidarietà e del sostegno della comunità e delle istituzioni nei confronti della sua famiglia.
    Questo gesto vuole essere un segno di riconoscimento e gratitudine per il sacrificio di un uomo che diede la propria vita per difendere i valori di giustizia e solidarietà.

    La consegna della donazione è stata un momento di grande significato e unità nella condivisione del dolore e nell’affermazione dei valori di solidarietà e giustizia.

    Una donazione che suggella un rapporto di condivisione e vicinanza tra l’Arma dei carabinieri, l’Associazione Costruzioni edili di Napoli e la famiglia di Anatolij.

    L’onore e il riconoscimento postumo attribuiti dal Presidente della Repubblica Sergio Mattarella con l’assegnazione della Medaglia d’Oro al Valor Civile alla memoria di Anatolij Korol sugellano la sua straordinaria dedizione al bene comune e il suo esempio di altruismo e coraggio che continueranno a ispirare le future generazioni.

    La moglie di Anatolij, Nadiya, ha voluto rilasciare questa dichiarazione: “Il ricordo del mio caro marito è mantenuto vivo grazie al profondo amore che ci univa, e trova continuità nelle nostre figlie. Il suo gesto di grande coraggio è ancora oggi ricordato con gratitudine dai carabinieri, i quali lo trasformano in un sostegno tangibile grazie alla loro assistenza e protezione. Il supporto che la mia famiglia riceve dall’Arma dei Carabinieri e dalla Cassa Edile di Napoli ha per me un valore inestimabile. Desidero esprimere il mio profondo ringraziamento ai vertici di tali istituzioni, tra cui il Generale Antonio De Vita, il presidente Rodolfo Girardi , il vice Presidente Dott. Valerio Medici e il Generale Enrico Scandone”.


    Torna alla Home

    LASCIA UN COMMENTO

    Per favore inserisci il tuo commento!
    Per favore inserisci il tuo nome qui


    Francesco Benigno è stato squalificato dall'Isola dei Famosi dopo meno di una settimana. La produzione del reality ha comunicato la decisione con una nota ufficiale, senza specificare i "comportamenti non consoni e vietati dal regolamento" che hanno portato all'espulsione dell'attore. Benigno, dal canto suo, ha duramente contestato la squalifica sui...
    Nel corso del terzo tentativo di arbitrato per dirimere la controversia sul pagamento di 19,5 milioni di euro di stipendi arretrati spettanti a Cristiano Ronaldo, l'ex stella della Juventus ha finalmente ottenuto giustizia al di fuori delle aule di tribunale. Il collegio arbitrale incaricato di risolvere la questione, composto...
    Le indagini sulla presunta partecipazione a scommesse illegali nel calcio hanno portato a conseguenze serie per quattro giocatori, attualmente o ex del Benevento Calcio, che rischiano una squalifica di tre anni. Gaetano Letizia, Francesco Forte, Enrico Brignola e Christian Pastina sono i nomi coinvolti nel caso, che ha scosso...
    Il 10 maggio a Giffoni Valle Piana l'ottava edizione Leonardo 2024 a Giancarlo Giannini. Per la prima volta l’attore sarà premiato non solo perché simbolo del cinema italiano ma come progettista tecnico. Presentano Pino Strabioli e Alba Parietti. Tema la luna: interverrà Giani Togni. I premiati: per la Divulgazione Scientifica Alberto Luca Recchi per...

    IN PRIMO PIANO