Le Edizioni Le Assassine presentano un nuovo titolo: ‘Sul sentiero dell’assassino di E.C.R. Lorac’

SULLO STESSO ARGOMENTO

Un avvincente contributo alla narrativa poliziesca.

Il libro è la traduzione di un manoscritto originale acquisito da un libraio antiquario di Leicester, un collezionista di libri rari, che ha fornito il materiale base per questo emozionante progetto editoriale.

Sono state apportate alcune modifiche al testo dattiloscritto originale, in collaborazione con Martin Edwards, per garantire coerenza stilistica, tuttavia l’obiettivo principale è stato preservare l’autenticità dell’opera. Il romanzo, scritto negli anni ’50 da un’autrice di successo, è un tesoro ritrovato della Golden Age del giallo.

    La storia si svolge in una notte buia e nebbiosa di gennaio, nella contea che si affaccia sul Canale della Manica, dove Nicholas Brent e Dilys, dopo il Ballo della Caccia, si imbattono nel cadavere di un uomo lungo una strada secondaria. L’indagine che segue, complicata dalle reticenze dei testimoni e da eventi misteriosi, getta ombre su presunti aggressori e svela segreti sepoli del passato nobiliare della contea.

    Chi è il morto? Omicidio o incidente? Un intricato mistero avvolge la trama, offrendo un’inedita prospettiva sulla narrativa poliziesca dell’epoca. E.C.R. LORAC, pseudonimo di Edith Caroline Rivett (1894-1958), autrice inglese nota per la sua prolificità e talento nel genere investigativo, rappresenta una delle voci più autorevoli della Golden Age. Con oltre settanta pubblicazioni firmate con vari pseudonimi, E.C.R. Lorac ha lasciato un’impronta duratura nel panorama letterario, affascinando i lettori con trame avvincenti e personaggi indimenticabili.


    Torna alla Home

    LASCIA UN COMMENTO

    Per favore inserisci il tuo commento!
    Per favore inserisci il tuo nome qui

    telegram

    LIVE NEWS

    “Casa Domenico Noviello”: un centro per donne vittime di violenza a Casal di Principe

    Un centro per donne vittime di violenza sorgerà a Casal di Principe, all'interno di un bene confiscato al clan Setola. La struttura, intitolata a Domenico Noviello, medaglia d'oro al valor civile ucciso dalla camorra per aver denunciato il pizzo, rappresenta un simbolo di riscatto e legalità per la città. L'immobile...

    CRONACA NAPOLI