Camorra, condannato a 26 anni il killer pentito Antonio Pipolo

SULLO STESSO ARGOMENTO

La Corte di Assise di Napoli ha emesso una sentenza di condanna a 26 anni di carcere per Antonio Pipolo, collaboratore di giustizia, per l’omicidio di Carlo Esposito e la vittima innocente Antimo Imperatore nel quartiere Ponticelli di Napoli.

Il processo ha escluso l’aggravante dell’associazione a delinquere di tipo mafioso, ma ha riconosciuto la premeditazione e le attenuanti generiche. La sentenza è stata accolta con applausi dai familiari delle vittime.

L’agguato mentre Imperatore stava installando una zanzariera a casa del vero obiettivo dell’attacco, Carlo Esposito. Pipolo colpì  alle spalle Imperatore, che era li solo per fare il suo lavoro.



    Il Giudice ha emesso il verdetto dopo una camera di consiglio durata quasi due ore, al termine di un dibattimento con le difese di Pipolo e delle famiglie delle vittime presenti in aula.

    Gli avvocati delle famiglie, Alessandro Motta e Concetta Chiricone, hanno commentato che sebbene soddisfatti della sentenza, ritengono che il duplice omicidio dovrebbe essere riconosciuto come un agguato di camorra.

    Delusi i familiari della vittima innocente Antimo Imperatore

    Hanno espresso la delusione per la mancata richiesta dell’ergastolo e hanno sottolineato la dignità di Imperatore come vittima innocente dei reati mafiosi e come un “martire” che sosteneva la propria famiglia in modo onesto.

    I legali di Pipolo hanno sottolineato che l’identità dell’esecutore materiale non sarebbe stata scoperta senza le sue confessioni. I legali della famiglia Imperatore hanno espresso soddisfazione per la pena, ma hanno contestato l’esclusione dell’aggravante mafiosa.
    Hanno definito Imperatore una “vittima dei reati mafiosi” e un “martire” per la sua onestà.

     


    Torna alla Home

    LASCIA UN COMMENTO

    Per favore inserisci il tuo commento!
    Per favore inserisci il tuo nome qui


    La Giunta comunale ha dato il via libera ai lavori di messa in sicurezza di un settore delle gradinate della Curva B inferiore dello stadio Maradona. Questa decisione è stata presa in seguito al riscontro di alcuni avvallamenti dei gradoni, che hanno evidenziato la necessità di interventi urgenti. Il progetto...
    Il Giudice dell'Udienza Preliminare di Salerno ha emesso una condanna di due anni e dieci mesi di reclusione per Salvo Gregorio Mirarchi, 32 anni di Montepaone. Mirarchi è stato ritenuto responsabile delle minacce di morte contenute in una lettera inviata nel gennaio del 2023 alla Procura della Repubblica di Catanzaro,...
    Il Barcellona non accetta la sconfitta nel "Clasico" contro il Real Madrid e si prepara a chiedere la ripetizione della partita persa ieri per 3-2. La decisione è stata presa in seguito al controverso gol fantasma di Lamine Yamal, un episodio che potrebbe aver cambiato le sorti del match. Il...
    Il Napoli, tra un risultato deludente e l'altro, ha ripreso oggi nel pomeriggio gli allenamenti presso l'SSCN Konami Training Center di Castel Volturno in preparazione del prossimo match di campionato contro la Roma, in programma domenica allo Stadio Maradona alle 18:00. I giocatori si sono concentrati sul campo 2, iniziando...

    IN PRIMO PIANO