Caso Consip: condannati il maggiore Scafarto e il colonnello Sessa. Assolti. Renzi padre, Lotti e Romeo

SULLO STESSO ARGOMENTO

Il Tribunale di Roma ha emesso due condanne e otto assoluzioni nel processo principale sul caso Consip.

L’ex maggiore del Noe, Gianpaolo Scafarto, ex assessore nel comune di Castellammare, è stato condannato a 1 anno e 6 mesi, mentre il colonnello dei carabinieri Alessandro Sessa a 3 mesi. Entrambi sono stati condannati a versare una provvisionale di 50 mila euro al ministero della Difesa.

Le assoluzioni riguardano, tra gli altri, Tiziano Renzi e Luca Lotti , ma anche gli imprenditori Alfredo Romeo e Carlo Russo, l’ex parlamentare Italo Bocchino, l’ex comandante dei carabinieri della Legione Toscana, Emanuele Saltalamacchia, l’ex presidente di Pubbliacqua Firenze, Filippo Vannoni e Stefano Pandimiglio.

    Il procedimento avviato nel 2016 contestava vari reati come millantato credito, traffico d’influenze e tentata estorsione. Matteo Renzi ha commentato la sentenza sui social, esprimendo soddisfazione per le assoluzioni dei suoi amici e la condanna dei pubblici ufficiali che reputa colpevoli di aver tramato contro di loro.

    Renzi ha sottolineato l’infinito danno reputazionale e politico subito negli ultimi sette anni a causa del caso Consip.

    “Sette anni, i titoloni di tutti i giornali, i talk, un danno reputazionale infinito. E il danno politico, morale, umano. E per qualcuno addirittura la custodia cautelare. Poi oggi arrivano le assoluzioni per tutti -prosegue il leader di Iv-. Tra gli assolti un uomo che si chiama Tiziano Renzi, mio padre. Assolto anche stavolta. Ti voglio bene, babbo.

    Abbraccio tutti gli altri imputati assolti di cui in gran parte conosco il dolore e la rabbia. E abbraccio le loro famiglie che in questo momento stanno piangendo di gioia”.

    “C’è un giudice a Roma dopo sette anni. Ma ci sarà qualcuno nelle redazioni, in Parlamento, nella classe dirigente di questo Paese che avrà finalmente il coraggio di chiedere scusa? Ma vi rendete conto di quanto il presunto scandalo CONSIP ha inciso per distruggere la nostra azione politica e ora scopriamo che era tutto regolare? Ho nel cuore allo stesso tempo una felicità incontenibile e un dolore che non si cicatrizza”.

    Gli avvocati di Alfredo Romeo hanno fatto sapere che il Tribunale di Roma ha assolto l’avvocato da tutte le contestazioni mosse dalla Procura, confermando la correttezza dell’operato della società Romeo Gestioni nelle gare indette dalla Consip.

    “Il tribunale di Roma ha assolto con ampia formula perché il fatto non sussiste l’avvocato Alfredo Romeo da tutte le contestazioni (corruzione; turbativa di gara: traffico di influenze illecite) mosse dalla Procura con riferimento alla gara FM4 indetta e gestita da Consip negli anni 2014-2016.

    Viene così smentita anche in questo processo l’impostazione accusatoria che aveva infondatamente contestato i reati all’avvocato Romeo e viene ancora una volta accertata la correttezza dell’operato della società Romeo Gestioni nelle gare indette dalla Consip come già acclarato in altri giudizi”. E’ quanto affermano i difensori Alfredo Sorge e Gian Domenico Caiazza.



    Torna alla Home

    LASCIA UN COMMENTO

    Per favore inserisci il tuo commento!
    Per favore inserisci il tuo nome qui

    telegram

    LIVE NEWS

    Scavi di Ercolano: nuovo bando Consip, guide sul piede di guerra

    Braccio di ferro tra le guide turistiche e il direttore del Parco Archeologico di Ercolano. All'origine della contesa il bando pubblicato da Consip nel gennaio scorso in cui si prevede l'appalto di servizi aggiuntivi (biglietterie, guardaroba, bookshop ecc...) a gestori privati e tra questi servizi, per la prima volta ci...

    Padovano: “Conte al Napoli? De Laurentiis è intelligente, sa cosa serve per ripartire…”

    Michele Padovano, ex dirigente sportivo e amico di Antonio Conte, ha alimentato le speculazioni riguardo al futuro allenatore del Napoli durante una recente intervista a Radio Punto Nuovo. Secondo Padovano, il club partenopeo potrebbe già avere un nome in mente per la panchina, con gli accordi pronti ad essere...

    CRONACA NAPOLI