Sgombero baraccopoli Galleria Principe di Napoli: clochard identificati dalla polizia

SULLO STESSO ARGOMENTO

Questa mattina è stata sgomberata la baraccopoli di senzatetto che sorgeva sotto i portici della Galleria Principe di Napoli.

Il complesso monumentale, che si trova di fronte al Museo Archeologico Nazionale di Napoli, deve essere liberato in vista dei lavori di restauro

. La prima fase della cantierizzazione, volta a garantire la sicurezza e a preparare il terreno per il progetto definitivo, è stata avviata. L’intero intervento costerà circa 10 milioni di euro.



    Come riferito da Fanpage.it, l’operazione è iniziata all’alba di oggi, sabato 24 febbraio 2024. I senzatetto, che abitavano la Galleria Principe da anni, nonostante i tentativi dei servizi sociali, non sono mai partiti. Viste le particolarità dell’intervento, questa mattina, oltre alle forze dell’ordine, sono intervenuti anche gli assistenti sociali comunali e un’ambulanza del 118.

    I senzatetto sono stati portati in centrale per essere identificati, come previsto dalla legge. Non si sono registrate tensioni. “Si è trattato di un’azione congiunta”, ha spiegato all’assessore al Welfare, Luca Trapanese. “Abbiamo dovuto liberare gli spazi per un importante cantiere che vedrà la riqualificazione della Galleria Principe.”

    “Sui senza fissa dimora stiamo lavorando congiuntamente da mesi per cercare di collocarli nei dormitori pubblici. Ci sono posti letto disponibili”, ha continuato l’assessore.

    “Molti, tuttavia, non vogliono andare via. L’operazione di questa mattina non è stata un’azione di forza. Erano presenti le unità di strada. Tutti hanno collaborato con grande serenità. Non ci sono stati momenti di tensione.

    Se lo desiderano, possono essere ricollocati nel dormitorio pubblico. Non possiamo costringere nessuno. Molti senza tetto sono già ospitati nel dormitorio e collaborano con noi. Da parte nostra, sosteniamo e finanziamo queste iniziative come amministrazione”.


    Torna alla Home

    LASCIA UN COMMENTO

    Per favore inserisci il tuo commento!
    Per favore inserisci il tuo nome qui


    150 droni illuminano Napoli e realizzano coreografie

    Unmanned4You, azienda napoletana specializzata nell'utilizzo dei droni, ha organizzato uno spettacolo innovativo durante il Napoli Racing Show - Trofeo Città di Napoli - Gran Premio di Napoli. Unmanned4You ha coordinato un gruppo di 150 droni che hanno creato immagini e coreografie nel cielo del lungomare di Napoli in collaborazione...

    Piedimonte Matese, 48enne arrestato per ricettazione e truffa aggravata

    Un uomo di 48 anni è stato arrestato dai Carabinieri a Piedimonte Matese per ricettazione e truffa aggravata. L'ordine di carcerazione è stato eseguito in seguito a una sentenza della Procura della Repubblica di Santa Maria Capua Vetere. L'arresto è avvenuto dopo che l'uomo è stato individuato e raggiunto dai...

    Cento giorni alle Olimpiadi di Parigi 2024: da Tamberi a Dell’Aquila, gli azzurri già qualificati

    Con l'avvicinarsi dei Giochi Olimpici di Parigi 2024, l'Italia si prepara a raggiungere l'ambizioso obiettivo di replicare il successo delle quaranta medaglie conquistate a Tokyo 2020. Tuttavia, per raggiungere questo traguardo, sarà fondamentale ottenere un numero considerevole di qualificati in diverse discipline. Tra le notizie recenti, è emerso che il...

    Ndicka, Malagò: “Bene il comportamento di tutti”. Ulivieri: “C’è ancora qualcosa di umano”

    La vicenda di Evan N'Dicka, il giocatore della Roma colpito da malore durante il match con l'Udinese, ha suscitato una reazione unanime di apprezzamento da parte delle istituzioni sportive italiane. Il presidente del Coni, Giovanni Malagò, ha elogiato il gesto di solidarietà e responsabilità manifestato da allenatori, squadre, arbitro...

    IN PRIMO PIANO

    LE VIDEO STORIE