Sant’Anastasia, la giostrina incendiata da tre bambini di 11, 8 e 3 anni: denunciata la mamma

SULLO STESSO ARGOMENTO

Sembra incredibile eppure è così: ad incendiare la giostrina nel parco comunale di Sant’Anastasia sono stati tre bambini di 11, 8 e 3 anni.

Utilizzando degli accendini, i ragazzi hanno dato alle fiamme alcune cartacce, provocando danni ingenti, incluso il danneggiamento della giostrina. La madre dei bambini è stata segnalata all’Autorità Giudiziaria per danneggiamento aggravato in seguito all’incidente.

I carabinieri della stazione locale hanno ricostruito l’episodio e identificato la madre dei tre bambini grazie all’analisi delle immagini di videosorveglianza.



    L’incidente ha alimentato le preoccupazioni dei cittadini di Sant’Anastasia, che chiedono un’indagine approfondita per scoprire la natura del rogo e individuare i responsabili di questo gesto dannoso per le famiglie e i bambini.

    Francesco Emilio Borrelli, deputato di Alleanza Verdi Sinistra, insieme a Ines Barone, responsabile di Europa Verde a Sant’Anastasia, ha dichiarato: “Da anni stiamo sollevando il tema dell’emergenza sicurezza a Sant’Anastasia e stiamo portando avanti una battaglia senza tregua per l’affermazione di una cultura di legalità e rispetto delle norme di civile convivenza.

    Questo episodio ha ulteriormente preoccupato la cittadinanza, motivo per il quale chiediamo che sia subito chiarita la natura del rogo così come gli eventuali autori di questo gesto insano che colpisce proprio le famiglie e i bambini. Ringraziamo i vigili del fuoco per il tempestivo intervento e ci attiveremo perché sia subito restituita alla comunità una nuova giostrina”.

    “Da anni stiamo sollevando il tema dell’emergenza sicurezza a Sant’Anastasia e stiamo portando avanti una battaglia senza tregua per l’affermazione di una cultura di legalità e rispetto delle norme di civile convivenza. Questo episodio ha ulteriormente preoccupato la cittadinanza, motivo per il quale chiediamo che sia subito chiarita la natura del rogo così come gli eventuali autori di questo gesto insano che colpisce proprio le famiglie e i bambini. Ringraziamo i vigili del fuoco per il tempestivo intervento e ci attiveremo perché sia subito restituita alla comunità una nuova giostrina”. Queste le parole del deputato di Alleanza Verdi Sinistra Francesco Emilio Borrelli e della responsabile di Europa Verde a Sant’Anastasia Ines Barone


    Torna alla Home

    LASCIA UN COMMENTO

    Per favore inserisci il tuo commento!
    Per favore inserisci il tuo nome qui


    Miglioramento dell’organizzazione dei taxi a Piazza Garibaldi a Napoli

    Riunione per ottimizzare il servizio taxi Il prefetto di Napoli, Michele Di Bari, ha guidato una riunione al Palazzo di Governo per discutere delle problematiche legate alla logistica dei taxi presso la stazione ferroviaria di Piazza Garibaldi. Presenti l'assessore alla Legalità e Polizia locale del Comune di Napoli, rappresentanti...

    In ospedale 3 studenti e 2 insegnanti di Salerno in gita a Montecatini

    Tre studenti e due insegnanti, facenti parte di una comitiva in gita scolastica da Salerno e che alloggiavano in un albergo di Montecatini Terme (Pistoia), sono dovuti ricorrere alle cure del pronto soccorso di Pescia (Pistoia), perché accusavano disturbi gastrointestinali a carattere acuto. E' quanto reso noto dall'Asl Toscana...

    Marcianise, incastrato in rulli bobina: muore operaio

    Tragedia sul lavoro nel Casertano. Non ce l'ha fatta l'operaio di 53 anni che ha perso la vita in un'azienda nella zona industriale di Marcianise. Stando ad una prima ricostruzione dei fatti, lo scorso 11 aprile la vittima, di Casoria (Napoli), stava effettuando lavori di manutenzione su una ribobbinatrice...

    Napoli, evaso dal carcere di Nisida: 19enne preso ai Quartieri Spagnoli

    Durante un'operazione della Polizia di Stato, un giovane di 19 anni è stato arrestato per evasione. Gli agenti della Squadra Mobile hanno intercettato il giovane mentre tentava di fuggire su uno scooter. Dopo un breve inseguimento, è stato catturato e si è scoperto che era evaso il 3 aprile scorso...

    IN PRIMO PIANO

    LE VIDEO STORIE