Proteste in tutto il mondo per la morte di Navalny, il più grande oppositore di Putin

SULLO STESSO ARGOMENTO

A 47 anni, e senza alcun segnale che facesse pensare a problemi gravi di salute, Alexei Navalny, il più noto oppositore di Vladimir Putin, è morto improvvisamente nella colonia penale della regione artica dove era detenuto.

Una notizia che ha scosso la Russia mentre si avvicinano le elezioni presidenziali, in cui Putin si presenta per un quinto mandato. Diversi leader occidentali, tra cui Joe Biden, hanno accusato direttamente Mosca, mentre il Cremlino ha respinto tali affermazioni come “assolutamente inaccettabili”.

Il Servizio penitenziario federale ha comunicato la notizia del decesso, affermando che Navalny si è sentito male dopo una passeggiata mattutina. Nonostante l’intervento tempestivo del personale sanitario della prigione e l’arrivo dell’ambulanza, Navalny è stato dichiarato morto dopo 30 minuti di tentativi di rianimazione.



    Le autorità hanno ipotizzato cause come un coagulo di sangue o un’embolia, ma hanno invitato ad attendere i risultati degli esami forensi. La portavoce di Navalny, Kira Yarmysh, insieme alla moglie dell’oppositore, Yulia, hanno dichiarato di non poter confermare la notizia, mentre l’avvocato del dissidente e alcuni familiari si stanno dirigendo verso la colonia penale per avere informazioni.

    Navalny non aveva mostrato segni evidenti di problemi di salute durante la visita della madre il 12 febbraio, né durante una videoconferenza con diplomatici europei il 13 febbraio, quando era descritto in buone condizioni psicofisiche.

    Tuttavia, le dure condizioni carcerarie e i frequenti confinamenti in cella di punizione potrebbero aver contribuito alla sua morte. La sorpresa e l’indignazione per il decesso di Navalny hanno scatenato reazioni internazionali contro Mosca, mentre in Russia si sono verificati piccoli gesti di commemorazione.

    Il Cremlino ha respinto le critiche occidentali e ha chiesto un’indagine trasparente sulla morte di Navalny.


    Torna alla Home

    LASCIA UN COMMENTO

    Per favore inserisci il tuo commento!
    Per favore inserisci il tuo nome qui


    150 droni illuminano Napoli e realizzano coreografie

    Unmanned4You, azienda napoletana specializzata nell'utilizzo dei droni, ha organizzato uno spettacolo innovativo durante il Napoli Racing Show - Trofeo Città di Napoli - Gran Premio di Napoli. Unmanned4You ha coordinato un gruppo di 150 droni che hanno creato immagini e coreografie nel cielo del lungomare di Napoli in collaborazione...

    Piedimonte Matese, 48enne arrestato per ricettazione e truffa aggravata

    Un uomo di 48 anni è stato arrestato dai Carabinieri a Piedimonte Matese per ricettazione e truffa aggravata. L'ordine di carcerazione è stato eseguito in seguito a una sentenza della Procura della Repubblica di Santa Maria Capua Vetere. L'arresto è avvenuto dopo che l'uomo è stato individuato e raggiunto dai...

    Cento giorni alle Olimpiadi di Parigi 2024: da Tamberi a Dell’Aquila, gli azzurri già qualificati

    Con l'avvicinarsi dei Giochi Olimpici di Parigi 2024, l'Italia si prepara a raggiungere l'ambizioso obiettivo di replicare il successo delle quaranta medaglie conquistate a Tokyo 2020. Tuttavia, per raggiungere questo traguardo, sarà fondamentale ottenere un numero considerevole di qualificati in diverse discipline. Tra le notizie recenti, è emerso che il...

    Ndicka, Malagò: “Bene il comportamento di tutti”. Ulivieri: “C’è ancora qualcosa di umano”

    La vicenda di Evan N'Dicka, il giocatore della Roma colpito da malore durante il match con l'Udinese, ha suscitato una reazione unanime di apprezzamento da parte delle istituzioni sportive italiane. Il presidente del Coni, Giovanni Malagò, ha elogiato il gesto di solidarietà e responsabilità manifestato da allenatori, squadre, arbitro...

    IN PRIMO PIANO

    LE VIDEO STORIE