Marea Mediterranea: nuove voci, nuove storie. Il 22-23 febbraio si parte da Napoli per ribaltare la narrazione del Sud

SULLO STESSO ARGOMENTO

Il collettivo di giornalismo, educazione ai media e racconto di comunità nato dall’incontro di un gruppo di giovani professionisti/e si presenta alla città con due giorni di workshop e incontri presso lo Spazio Tra con l’obiettivo di ribaltare le narrazioni del Sud d’Italia e del Mediterraneo.

Marea Media, collettivo indipendente impegnato nel giornalismo, nell’educazione ai media e nel racconto delle comunità, annuncia il suo primo evento: “Marea Mediterranea: nuove voci, nuove storie”, due giorni di workshop, eventi e incontri che si terranno giovedì 22 e venerdì 23 febbraio presso lo Spazio Tra (via Cisterna dell’Olio 5, Napoli).

In un’epoca in cui le narrazioni sul Sud Italia e sul Mediterraneo spesso non riflettono la complessità e la ricchezza di queste regioni, Marea Media si propone di creare una rete che offra opportunità e sostegno a coloro che desiderano raccontare con parole, arte e media questi territori, ribaltando prospettive e superando le narrazioni distorte del Sud e del Mediterraneo.

    Nelle mattine di giovedì 22 e venerdì 23 febbraio si terranno due workshop dedicati a professionisti, content creator, reporter e curiosi. È possibile partecipare gratuitamente, previa registrazione.

    Il primo dei workshop si intitola Tecniche di inchiesta: fact-checking, ricerca avanzata e geolocalizzazione” e sarà a cura dell’ospite Gabriele Cruciata, Italy Teaching Fellow di Google News Lab e “slow journalist”. Il workshop si rivolge a professionisti della comunicazione e dell’informazione e si incentrerà sulle tecniche per la verifica delle notizie, sfruttando gli strumenti digitali più innovativi come la geolocalizzazione e la ricerca su fonti aperte (Osint).

    Venerdì 23 febbraio dalle 9.00 alle 13.00 si terrà invece il workshop “Giornalismo ambientale digitale”. Nuovamente a cura di Gabriele Cruciata, in cui verranno presentati strumenti di monitoraggio dell’ambiente e metodi per l’uso di dati, mappe e satelliti per una narrazione giornalistica solida e d’impatto che possa arricchire, sostenere ed essere strumento per denunciare, comprendere e costruire proposte in quei territori – come le periferie dismesse di Bagnoli e S. Giovanni a Napoli, Taranto, Piombino, la Terra dei Fuochi e così via – in cui militanti e abitanti costituiscono la forza propulsiva principale per costruire un nuovo futuro.

    Venerdì 23 febbraio dalle 18, Marea Media si presenta con un evento di incontro, confronto e networking aperto a tutti. Il dialogo s’incentrerà sulle narrazioni del Sud e del Mediterraneo con ospiti:

    • La Malafimmina, alias Claudia Fauzia, divulgatrice e content creator che conduce un dialogo politico di transfemminismo meridionalista e di decolonizzazione del Meridione;
    • Rita D’Adamo de La Rivoluzione delle Seppie, associazione culturale impegnata nell’attivare le aree marginali per esplorare nuovi modi di vivere e lavorare collettivamente;
    • Convocatoria Ecologista Taranto, realtà di raccordo e di confronto nata a Taranto per sperimentare nuove pratiche, porre domande in tanti altri modi possibili a partire da territori sottratti dall’industrializzazione;
    • Federico Quagliuolo di Storie di Napoli, la più grande iniziativa di promozione regionale in Italia che ha l’obiettivo di valorizzare i luoghi, il patrimonio culturale e le aziende non solo del capoluogo, ma di ogni città della regione Campania;
    • Carmine Conelli, co-animatore di Tamu Edizioni e autore di “Il rovescio della nazione”. Si occupa della costruzione coloniale dell’idea di Mezzogiorno dall’Unità d’Italia in poi.

    Per info e approfondimenti: http://bit.ly/marea-mediterranea

    Contatti: info@mareamedia.eu


    Torna alla Home

    LASCIA UN COMMENTO

    Per favore inserisci il tuo commento!
    Per favore inserisci il tuo nome qui

    telegram

    LIVE NEWS

    CALCIO MERCATO, il Napoli su Lukaku e il neo promosso Como prepara il colpo Icardi

    In attesa che si sistemino le tante panchine ancora in attesa del loro nuovo 'padrone' (le ultime danno PIOLI in avvicinamento al Napoli, con contratto biennale più opzione per un'ulteriore stagione), con DE ZERBI ancora in attesa di proposte concrete (oltre a quelle di Porto e Marsiglia) dopo il...

    Il cantautore casertano Valerio Piccolo firma la canzone del film di Paolo Sorrentino

    Il poliedrico artista di Caserta, Valerio Piccolo, noto musicista, cantautore, traduttore e adattatore per libri, teatro e cinema, firma la canzone originale "E si' arrivata pure tu" per il nuovo film di Paolo Sorrentino, "Parthenope", in concorso al 77esimo Festival del cinema di Cannes. "Sono onorato e felice di contribuire...

    CRONACA NAPOLI