Caivano, sequestrata azienda per inquinamento ambientale

SULLO STESSO ARGOMENTO

Verifiche su reflui e rifiuti del Corpo Forestale nello specifico della provincia di Napoli

Nel corso di una serie di controlli ambientali condotti nella zona industriale di Caivano, i militari del nucleo investigativo di polizia ambientale agroalimentare e forestale del gruppo carabinieri forestale di Napoli hanno individuato diverse irregolarità presso un’attività produttiva.

In particolare, è emerso che l’attività in questione non era autorizzata allo scarico di acque reflue nel collettore fognario ad uso del consorzio Asi. In aggiunta, è stata rinvenuta un’area di circa 100 mq che ospitava rifiuti speciali, sia pericolosi che non pericolosi, quali 200 fusti vuoti di vernice, rifiuti raee, metalli misti e pannelli in plastica.

    Il legale rappresentante dell’attività è stato denunciato e l’area è stata sottoposta a sequestro.



    LASCIA UN COMMENTO

    Per favore inserisci il tuo commento!
    Per favore inserisci il tuo nome qui




    LEGGI ANCHE

    Castellammare, fermato il presunto killer di Alfonso Fontana. Funerale show al “Fasano”

    Fermato il ras del Bronx, Catello Martino detto "puparuolo". Un furto la causa dell'omicidio

    Camorra, il boss latitante Dario Federico: “Marina di Stabia? Oramai è il mio feudo…”

    Le intercettazioni che inchiodano il boss latitante di Pompei, Dario Federico che dopo aver picchiato e minacciato il responsabile commerciale del porto di Marina di Stabia ha ottenuto una serie di "favori"

    IN PRIMO PIANO

    LE VIDEO STORIE