Portici, rapina una coppia con un complice: preso 16enne di San Giorgio

SULLO STESSO ARGOMENTO

Ieri sera gli agenti del Commissariato di Portici-Ercolano, impegnati in un servizio di controllo del territorio a seguito di una segnalazione pervenuta alla Sala Operativa locale, sono intervenuti in via Canarde a San Pietro per una rapina ai danni di una coppia.

I poliziotti, giunti tempestivamente sul luogo, hanno ascoltato la testimonianza della coppia, la quale ha riferito che poco prima, mentre si trovava a bordo di un’auto in via Contrada Osservatorio, è stata avvicinata da uno scooter con due individui in sella.

Sotto la minaccia di una pistola, la coppia è stata costretta a consegnare 150 euro e un telefono cellulare.



    Inseguiti dai malcapitati, i presunti rapinatori avevano cercato di guadagnare la fuga, spingendosi a sparare un colpo d’arma da fuoco. Infine, nel parcheggio di via Canarde a San Pietro, avevano abbandonato lo scooter.

    Dopo accertamenti sul veicolo e la visione di foto raffiguranti possibili sospetti, la polizia ha individuato e successivamente rintracciato uno dei presunti autori del crimine in un appartamento.

    Nell’abitazione sono stati ritrovati alcuni capi di abbigliamento corrispondenti a quelli utilizzati durante la rapina, nonché la chiave dello scooter abbandonato.

    Di conseguenza, un giovane di 16 anni di San Giorgio a Cremano è stato sottoposto a fermo di pubblico ministero, gravemente indiziato dei reati di rapina aggravata e porto illegale di arma da fuoco. Questa mattina, il fermo è stato convalidato dall’Autorità Giudiziaria.




    LASCIA UN COMMENTO

    Per favore inserisci il tuo commento!
    Per favore inserisci il tuo nome qui




    LEGGI ANCHE

    Napoli, figlia e sorelle del boss nelle case popolari del rione Amicizia. I nomi dei 16 indagati

    La Procura di Napoli ha indagato 16 persone per l'occupazione abusiva di case popolari nel Rione Amicizia a Napoli. Tra gli indagati ci sono...

    Napoli, gli affari di Michele Scognamiglio il “guru” del riciclaggio internazionale

    Il mago del riciclaggio, il napoletano Michele Scognamiglio aveva messo in piedi una  centrale capace di ripulire ben 2,6 miliardi di euro in cinque...

    IN PRIMO PIANO

    LE VIDEO STORIE