LA NOTA

De Iesu: “La movida a Napoli va governata. Segnale a chi non segue regole”

SULLO STESSO ARGOMENTO

“Il fenomeno della movida non va demonizzato ma va governato”. Lo dichiara l’assessore alla Polizia municipale e alla Legalità del Comune di Napoli Antonio De Iesu, che è intervenuto a proposito della questione movida e l’applicazione del regolamento di sicurezza urbana.

“Una norma nazionale del 2004 – ricorda De Iesu – ha liberalizzato la possibilità da parte degli imprenditori di aprire esercizi pubblici per la vendita di alcolici e di bevande, sottraendo al Comune la possibilità di governare queste aperture secondo i parametri che tenessero conto anche e soprattutto della vocazione residenziale dei luoghi dove questi esercizi aprono. Noi, già con l’assessore Armato, abbiamo adottato come Amministrazione una delibera che consente di congelare l’apertura di nuovi locali per i prossimi 3 anni”.

Inoltre, aggiunge De Iesu, “nel regolamento di sicurezza urbana abbiamo inserito una norma che, a fronte di reiterate violazioni in materia di vendita di alcol e in materia di inquinamento acustico da parte degli esercizi pubblici, ci permette di applicare una prima sospensione di 7 giorni, una seconda di 30 giorni fino ad arrivare alla revoca del titolo autorizzativo di questi esercizi”.

Il prossimo 22 gennaio “avremo una riunione con il Suap, con l’assessore Armato e con la Polizia municipale – conclude De Iesu – per fare un punto di situazione e una verifica dell’applicazione di questo regolamento, in modo da poter dare il segnale, ai titolari di esercizi pubblici che non seguono le regole e che non si impegnano per trovare un giusto equilibrio, che noi applicheremo in maniera rigorosa le sanzioni che il regolamento di sicurezza urbana prevede”.



LASCIA UN COMMENTO

Per favore inserisci il tuo commento!
Per favore inserisci il tuo nome qui




LEGGI ANCHE

Jamie torna con un nuovo singolo: ‘Un pezzo di me’

In un'epoca in cui la scena musicale è spesso saturata di messaggi superficiali, il cantautore marchigiano Jamie, dopo il successo delle sue precedenti release...

Novichok: cos’è l’arma chimica che ha avvelenato Alexei Navalny

Il Novichok è  un veleno appartenente ad un gruppo di agenti nervini di quarta generazione sviluppati dall'Unione Sovietica negli anni '70 e '80. Sono...

Ancora controlli al Parco Verde di Caivano: 244 identificati

Controlli a Caivano: operazione straordinaria delle forze dell'ordine.ù Nella giornata di ieri, il Commissariato di Afragola, in collaborazione con il Reparto Prevenzione Crimine Campania, ha...

Castellammare, fermato il presunto killer di Alfonso Fontana. Funerale show al “Fasano”

Fermato il ras del Bronx, Catello Martino detto "puparuolo". Un furto la causa dell'omicidio

Camorra, il boss latitante Dario Federico: “Marina di Stabia? Oramai è il mio feudo…”

Le intercettazioni che inchiodano il boss latitante di Pompei, Dario Federico che dopo aver picchiato e minacciato il responsabile commerciale del porto di Marina di Stabia ha ottenuto una serie di "favori"

IN PRIMO PIANO

LE VIDEO STORIE