Decisione storica: in Belgio partita da ripetere per doppio errore di arbitro e Var

SULLO STESSO ARGOMENTO

Il mondo del calcio è stato scosso da un fatto senza precedenti in Belgio, dove una partita di massima serie tra Anderlecht e Genk dovrà essere rigiocata a causa di un errore arbitrale.

Il Consiglio disciplinare della federazione ha deciso di annullare la partita disputata il 23 dicembre, dopo che un clamoroso errore arbitrale è stato confermato dal Var.

Tutto è iniziato con un rigore tirato dal giocatore del Genk, Heynen, il cui tiro è stato parato dal portiere Schmeichel. Tuttavia, il pallone è stato ribattuto in rete da Sor. Il gol è stato annullato perché Sor era entrato in area di rigore troppo presto.

    Tuttavia, ciò che ha scatenato la decisione di rigiocare la partita è stato il fatto che due giocatori dell’Anderlecht avevano fatto la stessa cosa. Di conseguenza, il rigore doveva essere calciato di nuovo, e su questo si è basato il ricorso del Genk.

    L’Anderlecht non ha preso bene la decisione di rigiocare la partita, affermando che da ora in poi ogni errore arbitrale potrà essere sanzionato in un’altra sede. La decisione di rigiocare la partita ha sollevato preoccupazioni sulle implicazioni che potrebbe avere sui futuri errori arbitrali nel calcio.



    LASCIA UN COMMENTO

    Per favore inserisci il tuo commento!
    Per favore inserisci il tuo nome qui




    LEGGI ANCHE

    Quasi 500 i detenuti minori e giovani adulti in Italia, mai così tanti dal 2012

    Il numero complessivo di giovani detenuti nei 17 istituti penali per minorenni presenti nel Paese ammonta a 496, tra cui 13 donne (pari al...

    Messaggi in rete: “Borrelli è grave”, ma è una Fake news. Il deputato: “Sto benissimo”

    La diffusione di un messaggio vocale da una chat all'altra nel pomeriggio di oggi ha generato preoccupazione. Una voce maschile annunciava che il deputato napoletano...

    Maxi-risarcimento da 190mila euro ad un lavoratore esposto all’amianto

    L’avvocato Domenico Carotenuto: «La Giustizia italiana si è dimostrata attenta e imparziale nella gestione di questa vicenda»

    Castellammare, fermato il presunto killer di Alfonso Fontana. Funerale show al “Fasano”

    Fermato il ras del Bronx, Catello Martino detto "puparuolo". Un furto la causa dell'omicidio

    Camorra, il boss latitante Dario Federico: “Marina di Stabia? Oramai è il mio feudo…”

    Le intercettazioni che inchiodano il boss latitante di Pompei, Dario Federico che dopo aver picchiato e minacciato il responsabile commerciale del porto di Marina di Stabia ha ottenuto una serie di "favori"

    IN PRIMO PIANO

    LE VIDEO STORIE