A Torre del Greco il lancio del primo bicchiere intelligente

SULLO STESSO ARGOMENTO

Nasce a Torre del Greco, in provincia di Napoli, il primo bicchiere intelligente. L’iniziativa, promossa dall’associazione Eco-Culturale, mira a ridurre l’inquinamento da plastica monouso, contrastare la movida selvaggia e sensibilizzare i cittadini alle tematiche ambientali.

Il bicchiere, realizzato in polipropilene lavabile e riutilizzabile, può essere acquistato al costo di un euro di cauzione, che viene restituita al momento della riconsegna. Il bicchiere è brandizzato con il logo del Villaggio di Natale di Torre del Greco, dove è stato presentato in anteprima alla presenza del sindaco Luigi Mennella e dell’assessore alla transizione ecologica Laura Vitiello.

“L’idea è quella di arrivare gradualmente a sostituire i bicchieri in plastica monouso, che vengono gettati dopo il solo primo utilizzo, con bicchieri riutilizzabili”, spiegano i promotori del progetto, Michele Intoccia e Andrea Speranza.



    “In pratica, il bicchiere può essere conservato dal cliente o usato in altre serate durante tutta la durata dell’iniziativa, oppure riconsegnato in qualsiasi momento. Nel caso specifico presso tutti gli stand presenti in villa comunale, ma in futuro in tutte le attività commerciali cittadine che dovessero aderire all’iniziativa”.

    “Si tratta di un’iniziativa che si lega alla sempre più impellente necessità di ridurre la produzione di rifiuti”, afferma il sindaco Mennella. “Ci piace che idee di questo tipo vengano poi da ragazzi, a dimostrazione della sensibilità verso le tematiche ambientali che caratterizza le giovani generazioni”.

    L’iniziativa, promossa dall’associazione Eco-Culturale

    “Uno degli obiettivi fortemente voluti e richiesti dall’assessorato alla transizione ecologica”, sottolinea l’assessore Vitiello, “è stato, per quanto concerne il Villaggio di Natale, un’area food da cui fosse bandita la plastica.

    L’Italia è al terzo posto della classifica mondiale per utilizzo della plastica e circa il 33% dei rifiuti marini è costituito dalla plastica. Da qui il progetto di sensibilizzare i cittadini ad una maggiore tutela e consapevolezza delle tematiche ambientali e di dare vita, grazie alla preziosa collaborazione dell’associazione Eco Culturale, al bicchiere intelligente”.

    Il bicchiere intelligente è un’iniziativa innovativa che ha il potenziale di ridurre significativamente l’inquinamento da plastica monouso. Se il progetto dovesse essere replicato in altre città italiane, potrebbe avere un impatto significativo sulla tutela dell’ambiente.

    @riproduzione riservata




    LASCIA UN COMMENTO

    Per favore inserisci il tuo commento!
    Per favore inserisci il tuo nome qui




    LEGGI ANCHE

    Napoli, figlia e sorelle del boss nelle case popolari del rione Amicizia. I nomi dei 16 indagati

    La Procura di Napoli ha indagato 16 persone per l'occupazione abusiva di case popolari nel Rione Amicizia a Napoli. Tra gli indagati ci sono...

    Napoli, gli affari di Michele Scognamiglio il “guru” del riciclaggio internazionale

    Il mago del riciclaggio, il napoletano Michele Scognamiglio aveva messo in piedi una  centrale capace di ripulire ben 2,6 miliardi di euro in cinque...

    IN PRIMO PIANO

    LE VIDEO STORIE