Sciopero dei medici, “in Campania ne mancano 4.200”

SULLO STESSO ARGOMENTO

La carenza di medici, definita come un “dramma evidente in ogni regione d’Italia”, raggiunge livelli critici in Campania, secondo quanto affermato dai sindacati Anaao Assomed e Cimo Fesmed, che citano dati della Ragioneria Generale dello Stato-Istat.

Al 31 dicembre 2021, in Campania, il numero dei medici del Servizio Sanitario Nazionale era di 9.333 e quello degli infermieri di 18.997, per un totale di 28.330 unità. I sindacati sostengono che per essere in linea con le altre regioni, che già denunciano carenze di personale, sono necessari almeno 4.200 medici in più e più di 7.000 infermieri. Queste carenze contribuiscono significativamente a collocare la Campania come la regione con l’aspettativa di vita più bassa d’Italia.

Per i medici, le carenze si traducono in un enorme stress lavorativo, spesso causa di burnout e di frequenti aggressioni da parte dei pazienti. La protesta dei medici, espresso attraverso uno sciopero, mira a richiedere rispetto per le categorie professionali che mantengono in piedi il Servizio Sanitario Pubblico.

    I sindacati sottolineano l’indignazione per l’attacco alle pensioni dei medici e denunciano la continua minaccia di aggressioni sul luogo di lavoro. La protesta coinvolge medici sia a Napoli che nel resto della regione.




    LASCIA UN COMMENTO

    Per favore inserisci il tuo commento!
    Per favore inserisci il tuo nome qui


    LEGGI ANCHE

    IN PRIMO PIANO

    LE VIDEO STORIE