Monteforte Irpino, tenta di rapinare una trans e l’accoltella: è grave

SULLO STESSO ARGOMENTO

Monteforte Irpino. Una transessuale di 49 anni di nazionalità colombiana è ricoverata in gravi condizioni all’ospedale Moscati di Avellino dopo essere stata accoltellata da un finto cliente che intendeva rapinarla.

L’aggressione è avvenuta ieri pomeriggio in un appartamento all’interno di un parco in via Favale. La donna, che si prostituiva, aveva ricevuto una chiamata da un uomo che si era presentato come un potenziale cliente. Quando l’uomo è arrivato, ha estratto un coltello e ha iniziato a minacciarla. La donna ha reagito e ha cercato di difendersi, ma l’uomo l’ha colpita al petto e all’addome.

Prima di perdere conoscenza, la donna è riuscita a lanciare l’allarme a un vicino di casa, che ha chiamato i soccorsi. Sul posto sono intervenuti i Carabinieri della stazione di Monteforte Irpino, che hanno avviato le indagini.

    La vittima è stata operata d’urgenza e la prognosi è riservata. Le indagini si concentrano sulle immagini registrate dal sistema di videosorveglianza della zona, che potrebbero aver ripreso l’aggressione.

    La vittima ha fornito un identikit dell’aggressore, che è descritto come un uomo di circa 30 anni, alto circa 1,80 metri, con i capelli scuri e gli occhi verdi.

    L’episodio è l’ennesimo atto di violenza contro le persone transgender, che sono spesso vittime di discriminazione e di aggressioni.

    @riproduzione riservata



    LASCIA UN COMMENTO

    Per favore inserisci il tuo commento!
    Per favore inserisci il tuo nome qui




    LEGGI ANCHE

    Crollo di Firenze, recuperato il corpo dell’ultimo disperso

    Nel cantiere di via Mariti a Firenze, il corpo dell'ultimo disperso è stato recuperato dai vigili del fuoco e successivamente affidato all'autorità giudiziaria per...

    Clan Vanella Grassi: morto in carcere il boss Vincenzo Esposito, detto ‘o Porsche

    Vincenzo Esposito, noto come ‘o Porsche, boss della Vanella Grassi, è morto in carcere a Parma, dove era detenuto da tempo. Secondo fonti investigative,...

    Avellino, scoperti telefoni e droga nella cella del boss

    La polizia penitenziaria ha effettuato una perquisizione straordinaria nella cella di un boss della camorra all'interno del carcere di Avellino, dove sono stati scoperti...

    Castellammare, fermato il presunto killer di Alfonso Fontana. Funerale show al “Fasano”

    Fermato il ras del Bronx, Catello Martino detto "puparuolo". Un furto la causa dell'omicidio

    Camorra, il boss latitante Dario Federico: “Marina di Stabia? Oramai è il mio feudo…”

    Le intercettazioni che inchiodano il boss latitante di Pompei, Dario Federico che dopo aver picchiato e minacciato il responsabile commerciale del porto di Marina di Stabia ha ottenuto una serie di "favori"

    IN PRIMO PIANO

    LE VIDEO STORIE